MUSICLETTER.IT

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>> CHOOSES THE BEST

 

JINGLE FOR A JUNGLE

Altre Recensioni  update: 07/12/2014

Per contatti, collaborazioni, invio di materiale promozionale scrivete a redazione@musicletter.it

# 5 - # 4 - # 3 - # 2  - # 1


SEGNALAZIONI            UPDATES            BEST ALBUMS            JINGLE FOR A JUNGLE           ML WRITERS & LOVERS            LIVE           HOME - EXIT   


MLMYSPACE                    COLLABORAZIONI                    ISCRIZIONI NEWSLETTER                     COMUNICAZIONI                 MLBLOGSPOT


     ARTIST: MARCO D'AMBROSIO

    TITLE: Bussa Forte (single)

    LABEL: Universo | Banana Records

    RELEASE: 2009                                    

    WEBSITE: www.myspace.com/marcodambrosio

Singolo d'esordio (Fonte: www.universospaonline.com)


     ARTIST: DOROTHI VULGAR QUESTION

    TITLE: L'Equilibrio

    LABEL: Autoprodotto

    RELEASE: 2008                                    

    WEBSITE: www.myspace.com/dorothivulgarquestions

Provenienti dalle dolci colline toscane dell’Elsa i Dorothi Vulgar Question, D.V.Q. in acronimo, macinano, in questo sorprendente esordio, un vasto background di ascolti, fruiti perlopiù dagli ottanta. Oltre ad essere usciti vivi e vegeti dall’epoca in questione, sono riusciti a filtrarne il meglio scartando mainstream plastificato e superficiale in favore di suoni più ricercati: la “nuova onda” come punto stabile di riferimento. Tra le influenze vi sono CCCP: My Way condita da declamazioni similmente ferrettiane; e altre formazioni storiche quali R.E.M., Pixies, Joy Division. Nondimeno i conterranei Diaframma, soprattutto nella voce, dal timbro particolare ed evocativo scaturita dal microfono di Alessandro Grassini (deus ex machina dei cinque che ben prima della caduta del Muro - Wilderness e Symbiosi le due punk-band delle quali faceva parte – già saltava sui palchi di mezza Italia, arrivando, nell’estate del 1987, a suonare nell’allora neonato Arezzo Wave). Le parole - italiane e inglesi: forse un unico idioma si sarebbe fatto preferire – oltre a risultare suggestive si mantengono in perfetto equilibrio con la struttura musicale. Il risultato è un album intenso, sincero, ben suonato, ricco di sfumature e di melodie che dopo pochi ascolti rimangono in mente. Bis! (Jori Cherubini)


     ARTIST: SIX TWILIGHTS

    TITLE: S.T.

    LABEL: Own Records / 5ive Roses

    RELEASE: 2007                                     

    WEBSITE: www.ownredcords.com - www.five-roses.net

Six Twilights è un progetto musicale e visuale di Aaron Gerber, membro degli A Weather, band proveniente da Portland. La parte musicale è una raccolta di tracce vocali maschili e femminili sussurrate e delicatissime, di calde chitarre acustiche e di malinconich partiture per pianoforte, il tutto ri-arrangiato in sequenze non ripetitive, talvolta organizzate in maniera tradizionale che a volte invece divergono in direzione di atmosfere ambient elettroniche. Il DVD che vi si accompagna fa da contrappunto alla musica: brevi momenti di forme nostalgiche ed essenziali che sinuose si piegano e si arrotolano seguendo i caldi flussi musicali, alla maniera di Fennesz, Sigur Rós,Carissa's Wierd, Marcus Pop, Múm e Hood,RF. (Fonte: 5ive Roses)


     ARTIST: FUNCTION

    TITLE: The Secret Miracle Fountain

    LABEL: Locust / 5ive Roses

    RELEASE: 2007                                     

    WEBSITE: www.locustmusic.com - www.five-roses.net

Matthew L Nicholson is an Australian born musician, composer and sound artist. He has produced works for Locust Music, Room 40, Fat Cat, Au-Go-Go, Love & Mercy and numerous soundtracks for documentaries, short films and art installations. His collusion with a geographically vast network of talented friends creates Function; Often ecstatic experimental songs incorporating sound sources from all over the world, his ensemble’s work has been copiously praised by indie media worldwide since the release of “The Secret Miracle Fountain” by Locust Music of Chicago early in 2006. Function have performed throughout Europe, USA, Japan and Australia in various forms in recent years with such artists as Piano Magic, Fennez, Thalia Zadek, Dreamweapon, Gamelan Son Of Lion, Sir Richard Bishop and Oren Ambarchi (Fonte: 5ive Roses)


     ARTIST: BLACK ERA

    TITLE: ...then...

    LABEL: ...aquiethump

    RELEASE: 2007                                     

    WEBSITE: www.aquiethump.com - www.myspace.com/theblackera

I Black era nascono del 2004 in Campania. Epoca di Caos e Guerre Sante, Torri Gemelle e Banche, Villaggi Globali costruiti con entropia, petrolio, obbedienza, dubbi. Ai confini della civiltà europea, a Sud delle leggi, tra il Golfo da vedere prima di morire e i veleni che accecano e fanno morire. Guardare la Bestia negli occhi diventa una necessità, un bisogno impellente come quello di respirare. Respirare, esprimersi, comunicare. Hanno esperienze diverse, riflessioni simili e parte dell'anima in comune, i membri dei Black Era...(Fonte: myspace.com/theblackera)


    ARTIST: LOU DALFIN

    TITLE: I Virasolelhs

    LABEL: Musicalista

    RELEASE: 2007                                     

    WEBSITE: www.musicalista.it - www.loudalfin.it

Fondato da Sergio Berardo, il gruppo dei LOU DALFIN nasce nel 1982 con l’obiettivo di rivisitare la musica tradizionale occitana. Una "line-up" acustica (ghironda, fisarmoniche, violino, plettri, clarinetto, flauti) e un repertorio di brani storici e popolari – sia strumentali che vocali - caratterizzano il percorso artistico della formazione originaria. Con quest'approccio vengono registrati due LP: "En franso i ero de grando guero" nel 1982 (ormai esaurito e recentemente riedito in cassetta) e "L'aze d'alegre" nel 1984. Nel 1985 il gruppo si scioglie per lasciare spazio ad altri progetti musicali: L'Arp, La Ciapa Rusa e Lou Nouvè de l'Argentiera tra i più noti.|…| Un quarto di secolo. Tanto è passato da quando il ragazzo con la ghironda e i suoi amici di allora crearono il marchio Lou Dalfin. L’Italia ha rivinto i Campionati del Mondo, Radio Deejay nel frattempo è diventata una potenza; le guerre non sono diminuite di numero né di intensità, al contrario; né la mafia ha smesso di uccidere. I biglietti per i megaconcerti costano più di cento euro, si vendono pochi dischi e la maggior parte della musica circola in rete. Venticinque anni di lavoro, di viaggi, di incontri, di momenti i stallo e di rilanci in grande stile hanno forgiato la personalità dei Delfini. Il loro curriculum è da capogiro: quasi mille concerti, nove dischi tra studio e live, un infinito elenco di collaborazioni. Roba da sentirsi appagati, insomma.  E invece niente di tutto questo, l’entusiasmo si rinnova e i progetti si espandono. Con “I Virasolelhs”, il gruppo conferma e incrementa la sensazione di crescita d’autore già premiata al Tenco per “L’Oste Del Diau”. (Fonte: loudalfin.it)


     ARTIST: DI MAGGIO BROS

    TITLE: When I Hit My Stride

    LABEL: Area Pirata      

    RELEASE: 2007                                   

    WEBSITE: www.areapirata.com

Nuovo e terzo album per questi grandi veterani del Rockabilly italico!! Un album che miscela al meglio Country, Surf, R'n'R & Western Swing spaziando con personalità, grande tecnica e una buona dose di autoironia. Apertura insolita con una riuscita versione Hillbilly della hit '70 di Patrick Hernandez 'Born To Be Alive' per proseguire con la title track divisa tra il R'n'R e deviazioni crampsiane e su avanti con altre nove composizioni originali alternate con le cover di Johnny Cash, 'I Walk the Line', George Hamilton IV , 'If You Want Me To', la grande 'I Got Stung' che interpretava Elvis ed il successo di Buddy Holly, 'Raining in My Heart'!! (Fonte: Area Pirata)


     ARTIST: THE ASTROPHONIX

    TITLE: Suspendend Time

    LABEL: Area Pirata      

    RELEASE: 2007                                     

    WEBSITE: www.areapirata.com

Secondo album che conferma questo trio attivo nella scena R’n’R/Rockabilly !! Dopo molti live e collaborazioni in giro per il mondo, che li hanno visti supportati da Bob Timmers, il presidente della Rockabilly Hall of Fame piuttosto che in tour con i The Meteors nel 2005, hanno quindi deciso di registrare questo album! Anche in questo caso la personalità, le notevoli qualità tecniche, ma anche la versalità sono i loro tratti distintivi! Quindi eccoli spaziare dal Rockabilly al R’n’R e poi al Surf, passando anche in territori Power Pop/Punk! Insomma, accativante grafica e 10 song trascinanti che vi inchioderanno al vostro lettore Cd!! (Fonte: Area Pirata)


     ARTIST: tOninO

    TITLE: Rendez-vous

    LABEL: DDD  

    RELEASE: 2007                                     

    WEBSITE: www.agagency.com / www.ddd.co.it

In attività dal 2000, il gruppo era all’inizio un trio (chitarra/voce, basso, batteria) per poi diventare un quartetto con l’arrivo di un pianista. In uno stile pop/rock, la nostra attività preferita è il live (più di 400 concerti). Il13 maggio 2006 abbiamo suonato davanti a 12.000 persone per il quinto trofeo dell’Olympique Lyonnais a Lione in Francia. Ora il nostro sogno sarebbe farci conoscere dal pubblico italiano. (Fonte: Agagency)


     ARTIST: VANESSA PETERS & ICE CREAM ON MONDAYS

    TITLE: Little Films

    LABEL: Little Sandwich Music / BMI    

    RELEASE: 2006                                     

    WEBSITE: www.soleblu.org - www.myspace.com/vanessapeters

Votata tra le 10 migliori voci ad Austin (Texas), Vanessa Peters è già piuttosto conosciuta in Texas, Stato da cui proviene e giudicando dai suoi tour continui e senza sosta sembra proprio che stia cercando di farsi un nome anche nel resto del mondo. Negli ultimi due anni le sue tournee hanno infatti attraversato per due voltetutti gli Stati Uniti in lungo e in largo , nonché gran parte di Italia, Germania e Repubblica Ceca, sia come solista che con la sua band italiana, gli Ice Cream on Mondays. Il continuo girovagare non le ha però impedito di continuare a lavorare senza sosta a nuove canzoni e nuovi album, pubblicando recentemente“Thin Thread” nel 2005 - che ha avuto eccellenti recensioni in America e in Italia - e subito dopo, a poca distanza l'uno dall'altro, il suo 4° e 5° album (“Blackout” e “Little Films”) durante il 2006. (Fonte: SoleBlu)


     ARTIST: GET THE PEOPLE

    TITLE: S.T.

    LABEL: RuminanCe / Pias   

    RELEASE: 2007                                     

    WEBSITE: www.ruminance.com / www.five-roses.net

Gli Storm & Stressa sino sono sciolti alla fine degli anni '90: Ian Williams (chitarra) entrò nei Battles (warp) e Kevin Shea diede vita ai Get The People, un progetto di rock d'avanguardia sviluppato con Ben Simon (voce/chitarra, ex Great Lakes) e Kyle Forester (basso). Una band avant-rock con sonorità pop lo-fi interrotte da tracce di percussione improvvisata e da cori che riecheggiano il mondo spirituale e l'amore universale. Il primo album è stato registrato a New York nel giugno 2006 ed è consigliato a tutti gli appassionati di Sea And Cake, Silver Jews, Pavement e Tom Waits. (Fonte: 5ive Roses)


     ARTIST: BEXAR BEXAR

    TITLE: Tropism

    LABEL: Own Records    

    RELEASE: 2007                                     

    WEBSITE: www.ownrecords.com / www.five-roses.net

Nel 1999 Bexar Bexar iniziò con un registratore a 8 tracce, una chitarra presa al mercato delle pulci e un buon numero di sintetizzatori analogici mezzi rotti. Le registrazioni che ne vennero fuori nacquero dalla sperimentazione e da un'esplorazione giocosa, senza badare a mappe e a orologi; ne uscì il primo Bexar Bexar, Haralambos, fatto di melodie dense e delicate, appoggiate sull'ossatura di una base ritmica e di percussioni circolari. Dopo alcuni anni di girovagare in lungo e in largo per gli states, tra New York e Austin, arrivò finalmente il momento di lavorare a qualcosa di nuovo. Le nuove registrazioni avrebbero poi dato vita a Tropism... (Fonte: 5ive Roses)


     ARTIST: PEST SOUND

    TITLE: 76 Kilos Laughing

    LABEL: Stunt Kite    

    RELEASE: 2007                                     

    WEBSITE: www.five-roses.net

All'inizio del 2005, Neil Ovey (chitarra/voce), un gallese proveniente da Londra arenatosi nella mitteleuropa e condannato a scrivere partiture per film indipendenti fiamminghi, lancia il progetto Pest Sound. Gli si unisco Frank Wahmoudian (basso), Sylvian Dorange (piano) e Frederick Guerin (batteria), i quali aggiungono il loro tocco nervoso ai suoi brani armoniosamente asimmetrici . I quartetto di Strasburgo rapidamente inizia a collezionare apparizioni live... Registrato da Steve Albini aal'Elictrical Audio di Chicago, "76 Kilos Laughing" è un album che intreccia il barocco dei Bad Seeds alla bellezza sinistra dei Velvet Underground con ritmi krautrock ossessivi. (Fonte: 5ive Roses)


     ARTIST: SINCABEZA

    TITLE: Edit Sur Passage Avant Film Ou Montée D'Instrument

    LABEL: Distile       

    RELEASE: 2007                                     

    WEBSITE: www.five-roses.net

I Sincabeza sono un trio composto da tre "veterani" della scena rock di Bordeaux. Eric e David avevano suonato insieme per quasi dieci anni in gruppi come Whitin A dream e i Guimo. Philippe aveva suonato in molte formazioni locali, tra cui gli Enough e Neurer, prima di unirsi ai Guimo durante il tour del loro primo disco. Suonare come backing band dell'artista solista Guimo generò in loro una certa frustrazione e, ispirandosi alle influenze musicali comuni, Eric, David e Philippe decisero di sperimentare una nuova formazione. La band fu ufficialmente fondata nel dicembre 2002. La musica dei Sincabeza si muove senza dubbio in ogni direzione, ma bisogna vederli in azione per capire meglio la loro natura esplosiva e frenetica...(Fonte: 5ive Roses)


     ARTIST: ABSINTHE (provisoire)

    TITLE: Alejandra

    LABEL: Distile  

    RELEASE: 2006                                    

    WEBSITE: www.five-roses.net

Absinthe (provisorie) è una band francese di Montpellier fondata sei anni fa, che ha registrato il suo primo album agli Engine Music Studios di Chicago, uscito nell'ottobre del 2003 con l'etichetta Hydrophonics, con distribuzione nazionale a cura della Chronowax. Registrato da Neil Conti (celebre batterista di David Bowie, Prefab Sprout ...), Alejandra, è il secondo album. Dal punto di vista musicale, il suono degli Absinthe (provisoire) può essere considerato un incontro tra alcune parti introspettive, assalti rumorosi, gesti liberi e devianti, paesaggi ambient terrorizzanti e soul power rock'n'roll... (Fonte: 5ive Roses)


     ARTIST: EL INFERNAL QUINLAN

    TITLE: Cast Iron Songs

    LABEL: Desert Fox Record 

    RELEASE: 2005                                     

    WEBSITE: www.myspace.com/elinfernalquinlan

Mi piace il sole caldo che illumina il girotondo dei condor sulle carcasse di animali, mi piace il suono sordo delle palle di polvere che attraversano il deserto e mi piace l’arsura che crea rigoli di sudore sulla mia fronte scura. Mi piace Cast Iron Songs, album di debutto degli italiani El Infernal Quinlan, perché il cosiddetto suono di frontiera, con un po’ di immaginazione, può germogliare ovunque. Un disco magico pieno di chitarre slide, violini, congas, djembè,  lap steel, fisarmoniche,  xilophoni, trombe e canzoni a metà strada fra Calexico e Giant Sand. Perdersi nel deserto senza assaporarne la sabbia.  (Nicola Guerra)


     ARTIST: MOTLEY CRUE

    TITLE: Too Fast For Love

    LABEL: Elektra    

    RELEASE: 1982                                     

    WEBSITE: www.motley.com

Tamarri è il termine che più gli si addice, indubbiamente. Eppure il quartetto americano che negli anni ‘80 ha incarnato alla perfezione la definizione “Sesso, Droga e Rock&Roll” riesce nell’impresa (ardua) di coniugare irruenza e melodia con piglio decisamente glam. Too Fast For Love è il primo e sporco disco, dove non si intravedono sostanziali novità stilistiche rispetto all’hard rock del tempo, ma l’atteggiamento sfrontato dei 4 cavalieri mascherati (è proprio il caso di dirlo), i riff durissimi e il drumming chirurgico fanno di questo esordio un marchio a fuoco ben leggibile a distanza di 24 anni. I testi scanzonati con chiari riferimenti al sesso del bassista Nikki Sixx, la voce androgina ed intrigante di Vince Neil (On With Show è una ballata a esplodere che ne esalta le caratteristiche) e la chitarra di Mick Mars,  tanto elementare quanto irresistibile, fanno di Live Wire, Come On And Dance, Take Me To The Top e della pur breve restante scaletta, pezzi al fulmicotone nutriti dalle briciole del punk ed innaffiati da spruzzi di sano rock&roll. Ultima nota di merito per Tommy Lee, un buon batterista che verrà ricordato soprattutto per il suo matrimonio a sfondo Hard con la bagnina più sexy del mondo. Onestamente non saprei di quale morte morire, ma probabilmente opterei per le  splendide colline di silicone. (Nicola Guerra)


Start Stat 2006-02-19

 


SEGNALAZIONI            UPDATES            BEST ALBUMS            JINGLE FOR A JUNGLE           ML WRITERS & LOVERS            LIVE           HOME - EXIT 


MLMYSPACE                    COLLABORAZIONI                    ISCRIZIONI NEWSLETTER                     COMUNICAZIONI                 MLBLOGSPOT


>>>>    AVANTI

INDIETRO <<<<