Categorie
Musica News & Releases Notizie & Comunicati Video

A SETTEMBRE IL NUOVO ALBUM DEGLI SHADOW LINE

shadow.jpeg
Dopo il primo album Fast Century (Hit Bit Records, 2008) gli Shadow Line propongono il loro nuovo lavoro in studio, questa volta completamente in italiano, continuando ad essere fedeli al loro personale modo di essere una band indie rock dalle sonorità brillanti ma addolcite da venature malinconiche. Cosa significa fare musica, cosa significa avere trent’anni e sognare la vita, nel 2011? La vita sognata, mentre intorno ci vogliono morti. Cosa significa sentirsi bruciare dentro in un paese spento, mentre oltre il limite del mediterraneo succedono cose? Il Limite. Cosa significa provare a relazionarsi con i nostri padri nel 2011, quando tutto quello che ci hanno ceduto, tutto quello che ci hanno lasciato è un logoro sogno americano che già Bruce Springsteen aveva bollato come una terribile illusione? Sono le nostre Regole di ingaggio. Cosa vuol dire tornare nella propria vita, in un lavoro che non esiste, sottacqua, a Settembre, e risalire la corrente. Queste ed altre storie si trovano in questo album: un lavoro pungente, diretto, originale, che si discosta in tutto dal desiderio di emulazione delle band straniere tipico delle indie-band nostrane di questo periodo, ma che sa fare propria la lezione dei padri (Manic Street Preachers, Motorpsycho, New Order) per generare qualcosa di proprio, di personale, e figlio dei tempi. Un ultimo atto di sfida, di orgoglio, di verità, prima della fine. Questi I giorni dell’Idrogeno. Registrato e missato da Francesco Grammatico presso DB Recording Studios di Bagni di Tivoli (RM). Masterizzato da Andrea Cremonesi presso lo Studio Cremonesi di Maleo (LO) – (Fonte: Doug the Dog – Press Agency)

Pubblicità