Categorie
Curiosità Musica Recensioni Video

Lucio Dalla e gli Idoli con «Geniale?»

Pubblicato nel 1991 e rimasterizzato nel 2021, «Geniale?» di Lucio Dalla e gli Idoli è un album che racchiude una serie di registrazioni inedite dal vivo (1969-1970).

Pubblicato nel 1991 e rimasterizzato nel 2021, Geniale? di Lucio Dalla e gli Idoli è un album che racchiude una serie di registrazioni inedite dal vivo (1969-1970) miracolosamente recuperate dal batterista, chitarrista, autore e produttore Giorgio Lecardi.

Prima di addentrarci nel disco è importante ricordare che nel 1969 Lucio Dalla era già famoso e aveva alle spalle due esibizioni leggendarie a Sanremo nel 1966 con Pafff … Bum e nel 1967 con Bisogna saper perdere

Il 1967 purtroppo è anche l’anno della morte di Luigi Tenco e l’ironia della sorte vuole che Dalla – presentato da Mike Bongiorno come affermato jazzista – canti (immaginate un po’ con quale stato d’animo) Bisogna saper perdere sul palco dell’Ariston appena qualche ora dopo la dipartita del caro amico Tenco che, invece, aveva portato con Dalida il brano Ciao, amore ciao.

Malgrado il tragico evento, per Dalla e soci quel periodo rappresenta, per chi scrive, il momento migliore della loro carriera che s’intreccia con la storia del jazz, del cinema e del costume italiano dell’epoca.

Bisogna dire che dal mondo del jazz provenivano anche Dalla e Tenco. I due, come detto, erano molto amici e, prima ancora di cimentarsi nella musica leggera, avevano suonato anche assieme musica jazz. Ma vi è di più. Nella Jazz Band di Dalla vi era un tale Pupi Avati. Omonimo? No, era proprio il famoso regista che, abbandonate le vesti di clarinettista jazz, in seguito, si dedicherà con successo alla “settima arte”.

Ma non finisce qui. Sempre in quel periodo Lucio Dalla e gli Idoli sono ospiti con Gianni Boncompagni, Tenco, Ennio Morricone e Bucalov (premio Oscar per la colonna sonora de “Il Postino”) nella villa di Sergio Bardotti (all’epoca tra i più importanti parolieri e produttori discografici italiani nel mondo).

Giorgio Lecardi, che incise la batteria di Ciao amore ciao e che spesso condivideva la stanza nella villa di Bardotti con Tenco, lo descrive come persona molto gentile e solitaria.

Gli Idoli e Dalla ebbero inoltre modo di lavorare nel cinema con personaggi del calibro di Sofia Loren e Vittorio Gassman (Questi fantasmi), Lola Falana Tony Renis (Quando dico che ti amo). Finite le riprese, capitava che Gassman li portasse in giro per Roma a vivere la città. In fondo erano gli anni de La dolce vita e Il sorpasso.

C’erano poi le esibizioni al Piper di Roma e al Tiles di Londra, la Crociera Beat organizzata dal settimanale “Giovani” assieme a Luigi Tenco, Paul Anka e Tony Sheridan (cantante che si esibì e incise con i Beatles). Per non dimenticare la loro partecipazione ai programmi Rai “Incontro” con Luigi Tenco e “Speciale per voi” di Renzo Arbore, l’apertura del concerto degli Who nel ’67 al palasport di Bologna.

Indimenticabile, infine, il live al Festival Elefante d’Oro del 1966 a Catania, presso la Villa Bellini, assieme a Mina, Modugno e Dalida, davanti a un pubblico di trecentomila persone.

Tutto ciò per introdurvi all’ascolto di Geniale?, un disco live in cui si percepiscono chiaramente i commenti (che lo rendendo ancora più suggestivo e “reale”) e che include ben due versioni di 4 marzo 1943; canzone che consegnerà Dalla alla storia della musica italiana, ancora prima della sua partecipazione al festival di Sanremo del 1971.

Con Lucio Dalla (voce e tastiere), Giorgio Lecardi di Gragnanino (batteria e chitarra), Bruno “Cabur” Cabassi (organo), Emanuele “Manoli” Ardemagni (basso) e Renzo Fontanella (basso e violino), Geniale? si conferma una pietra miliare della discografia italiana, poiché è in grado di evocare l’atmosfera unica e magica di un’epoca oramai lontana in cui il jazz e il beat si contaminavano di cinema, arte e cultura. Un tempo che, per nostra sfortuna, non tornerà mai più. (Roberto Scelfo)

Lascia un commento
Pubblicità