Categorie
Concerti Festival Live Musica Video

Live at home: il concerto dei Blur del 2012 all’Hyde Park di Londra da vedere comodamente a casa

Live at home: il concerto dei Blur del 2012 all'Hyde Park di Londra da vedere comodamente a casa
In questi giorni surreali dove l’emergenza #coronavirus ha preso il sopravvento sulla nostra vita quotidiana, limitando ogni tipo di attività sociale, abbiamo pensato di farvi compagnia pubblicando un video di un concerto da vedere online comodamente a casa e in qualsiasi momento. Con la speranza, ovviamente, che tutto presto torni alla normalità (Read more - Leggi di più)

Categorie
Concerti Festival Live Musica Video

Live at home: il concerto dei Blur del 2012 all’Hyde Park di Londra da vedere comodamente a casa

Live at home: il concerto dei Blur del 2012 all'Hyde Park di Londra da vedere comodamente a casa
In questi giorni surreali dove l’emergenza #coronavirus ha preso il sopravvento sulla nostra vita quotidiana, limitando ogni tipo di attività sociale, abbiamo pensato di farvi compagnia pubblicando un video di un concerto da vedere online comodamente a casa e in qualsiasi momento. Con la speranza, ovviamente, che tutto presto torni alla normalità (Read more - Leggi di più)

Categorie
Musica Streaming

Dixie Blur è l’album più personale e accessibile di Jonathan Wilson | Streaming

Dixie Blur è l'album più personale e accessibile di Jonathan Wilson
Dixie Blur è il nuovo album dell’acclamato musicista e produttore Jonathan Wilson, già collaboratore di Father John Misty, Laura Marling e Dawes. (Read more - Leggi di più)

Categorie
Musica Streaming

Dixie Blur è l’album più personale e accessibile di Jonathan Wilson | Streaming

Dixie Blur è l'album più personale e accessibile di Jonathan Wilson
Dixie Blur è il nuovo album dell’acclamato musicista e produttore Jonathan Wilson, già collaboratore di Father John Misty, Laura Marling e Dawes. (Read more - Leggi di più)

Categorie
Live Live Rewiew Musica News & Releases Notizie & Comunicati Recensioni Streaming Video

Rock in Roma 2013: Dio salvi i Blur!

Blur-Rock-in-Roma-2013.JPG
Damon Albarn, Graham Coxon, Alex James e Dave Rowntree si presentano sul palco di Rock in Roma con evidente ritardo: sono infatti passate da poco le dieci e ancora nessuna traccia dei magnifici quattro. Il pubblico dell’Ippodromo delle Capannelle – affollato come non si era mai visto in questi giorni di festival – è visibilmente impaziente, complice anche un’afa davvero insopportabile. E proprio quando l’agitazione sembra che stia travalicando il limite, ecco che i Blur fanno il loro ingresso con Girl & Boys che fa esplodere in un boato assordante spalti e platee, e tutti, improvvisamente, si scrollano di dosso il peso della calura e delle lunghe ore di attesa. Albarn è in uno stato di forma eccellente: canta, saltella e rinfresca le prime file gettando loro l’acqua contenuta nelle bottigliette messe a disposizione del gruppo inglese. Di lì a poco è l’inizio dell’estasi: una vera bolgia di piacere fatta di cori e suoni al fulmicotone che, subito dopo, prosegue con Popscene fino a raggiungere l’apice con Parklife. C’è feeling. C’è follia. C’è voglia di divertimento. C’è un grande pubblico composto da giovani e meno giovani, ma soprattutto c’è una grande band questa sera a Roma. Senz’ombra di dubbio una delle migliori formazioni della storia del pop inglese. Quattro personaggi che dal vivo hanno saputo mettere in evidenza un’attitudine punk figlia di quell’Inghilterra audace, ribelle, stravagante e trasgressiva che ben conosciamo. Ecco perché sono i Blur i migliori eredi della scena pop rock britannica di questi ultimi vent’anni. Lo hanno dimostrato con un’ora e mezza abbondante di concerto in cui non hanno mai abbassato la tensione. Lo hanno fatto divertendosi e facendoci divertire, fino a far deflagrare l’Ippodromo delle Capannelle con Song 2, canzone nota anche ai profani che chiude meravigliosamente e in maniera pirotecnica, almeno per chi scrive, questa edizione di Rock in Roma 2013. God save the Blur. (Luca D’Ambrosio) (Read more - Leggi di più)