Sabato, 22 Giugno 2013

Devo - Hardcore - Vol. 1 e 2 (2013)

devo-.jpg
Hardcore! Messi paura? Tranquilli. Qui non troverete né l’uno (il sesso), né l’altro (il punk). Qui dentro trovate i Devo, il loro cuore meccanico. Il loro cuore a orologeria. Il loro cuore a forma di ruota dentata. A forma di cono piramidale. A forma di lenti 3D. Avvolto in una tuta antipolline. I Devo del ‘74, quelli del ‘75, quelli del ‘76, quelli del ‘77. Ce li mostra per prima la Rykodisc nel 1990, sui due volumi di Hardcore, adesso ristampati con l’aggiunta di quattro inediti dalla Superior Viaduct. Sono i Devo che suonano come un prodotto di polivinilcloruro di una delle tante industrie che anneriscono il cielo di Akron. È una musica cresciuta dentro una discarica, una musica che per sopravvivere ha deciso di perdere l’ anima, di diventare impermeabile e refrattaria a ogni emozione. I Devo dei primi anni sono un delirante sproloquio di cinque manichini con un cubetto di ghiaccio al posto del muscolo cardiaco. È forse questa la vera tessera chiave per comporre il grande puzzle della new-wave americana. Questa goliardia assurda che può essere interpretata come un atto di elevazione, di separazione e distacco emozionale dalle cose terrene. Questo dadaismo androide che falcia il sanguigno e carnale istinto primordiale del rock‘n’roll e lo sostituisce con l’alienante, inflessibile, ripetitivo rigore meccanico dell’ uomo sopraffatto dalle sue stesse macchine, diventato esso stesso congegno che, evolvendosi, ha dimenticato la catarsi, il battito primigenio ed ancestrale. I brani del periodo sono dunque degli abbozzi molto elementari, subnormali, piccole smorfie spastiche da creature disabili. Sono sketches surreali (Bottled up), dessert beefheartiani (I need a chick), abrasioni kraute (Booji Boy‘s Funeral), arrancanti canzonette per mongoloidi zoppi (Be Stiff), piccole scorregge suonate dalla band di Toy Story (I‘m a potato), i Daft Punk prima dei Daft Punk, prima del Daft e prima del Punk (U got me bugged), transistor, tastiere molli, dissenteria digitale. Pornografia per robot. (Franco Dimauro)



Cerca e compra online il biglietto dell’evento che desideri

T1_Generic_468x60

Cerca e compra un disco, un dvd, un acccessorio di abbigliamento