Martedì, 31 Ottobre 2017

The Classmates - Between the lines, 2017 | Recensione | full album stream

the-classmates-between-the-lines.jpg
Il power pop ha un muro di recinzione così basso che chiunque può scavalcare. Una volta dentro il recinto non è però detto che tutti sappiano come lasciare il proprio segno su quei muri scrostati. Un segno che possa giustificare una seconda incursione.

Ci riescono benissimo i bolognesi Classmates cui pecca soltanto la scelta di copertine più adeguate che possano permettere al negoziante un po’ rimbambito di sistemare i loro dischi nello scaffale giusto e al neofita di identificare subito quello che quei solchi contengono: punk e power-pop uniti o disgiunti, come se, dentro quel recinto, il terzetto italiano avesse scelto di piantare il proprio stendardo accanto alle bandiere degli Undertones e dei Vibrators.

Le loro nuove dieci canzoni hanno tutti gli ingredienti giusti per fare di Between the Lines una collezione power pop esplosiva. Armonie collose come chewingum, chitarre che mediano tra aggressività e scioltezza melodica e un senso di eterna incoscienza e teppismo teenager, di quelle che ti permettono ancora di scavalcare e di pisciare su ogni muro. Insegnando agli adulti che i muri a quello servono. (Franco Dimauro)

Clicca qui e ascolta il disco mentre navighi