Martedì, 5 Giugno 2018

La Sindrome di Kessler - Cemento e Nuvole, 2018 | Recensione | Streaming

La Sindrome di Kessler
Cosa accade quando oggi come oggi una band imbraccia ancora strumenti veri e fa della distorsione il proprio motto di vita? Nasce La Sindrome di Kessler e il loro Cemento e Nuvole, un disco pieno di ottimi spunti e un sound selvaggio che si mischia alla perfezione a delle vocalità pure e perfette in cui ogni minimo dettaglio e curato e al proprio posto.

Cemento e Nuvole è una vera e propria prova di forza e volontà per una band emergente che ha il coraggio di suonarsela ancora alla grande, senza cadere nella trappola del “piacere agli altri”.

Ogni brano ha una storia a sé e rappresenta un quadro generale molto ampio in cui potersi specchiare e ritrovarsi, tra le tracce che più rimangono nell’etere e nella nostra mente troviamo sicuramente “
La prossima infezione e Benzina ma ogni traccia deve essere ascoltata e gustata sino all’ultimo, succhiando il midollo stesso della radice de La Sindrome di Kessler.

Unica pecca della band risulta essere la poca voglia di sperimentare e l’andare sul sicuro, ma, se tutte le band che vanno sul sicuro riuscissero a sfornare un disco come Cemento e nuvole allora ben venga l’usato sicuro.

Il sound della band riuscirebbe a convincere anche i più scettici e i più nostalgici di un certo tipo di musica suonata ad alto volume e sempre ben voluta e amata dalle generazioni passate. Un disco che ha un ottimo tiro da parte di una formazione che potrà dare il meglio di sé nel tempo a venire. (Sante Urchino)

Clicca qui e ascolta il disco mentre navighi