Lunedì, 6 Maggio 2019

The Blassics - Togetherings, 2019 | Recensione

The Blassics - Togetherings, 2019 | Recensione
Quanto caldo può fare nell’Artico? Il gruppo multiculturale The Blassics di base in Finlandia risponde a questa domanda con il quarto album Togetherings, una bollente miscela di afrobeat, funk, ethio jazz e world grooves.

Fondato nel 2010 da Sarkkola e Tammi come duo di produzione, fino al 2017 i Blassics sono un gruppo di 7 elementi con all’attivo 3 album e tanti concerti in giro per la Finlandia. Nel 2018 si aggiungono alla band il percussionista dal Benin Victor Tokpanou e il cantante etiope MikiMac, con cui viene composto, suonato e registrato il nuovo album Togetherings, un disco maturo che cattura in pieno la sintonia che esiste nella band.

Quest’ultima fatica infatti è il frutto di un vero lavoro collettivo, di un ascolto reciproco in cui 9 personalitĂ  diverse trovano una sintesi compatta e convincente.

Interamente composte dai Blassics, le 6 tracce di Togetherings intrecciano suoni caldi e ipnotici che si estendono ben oltre i limiti radiofonici e gli standard dell’industria discografica, in pieno stile afrobeat.

Composto sia da brani pianificati come Hagerun Geleba che di materiale completamente improvvisato come Why Is The Chicken Running?, questo album sottolinea il ruolo della musica nel coltivare gioia, unità e comprensione reciproca. Una lezione che si impara volentieri se trasmessa tramite suoni così intriganti e piacevoli. (Adaja Inira)