Martedì, 29 Ottobre 2019

Kraak & Smaak - Pleasure Centre, 2019 | Recensione

Kraak & Smaak - Pleasure Centre, 2019
Nel corso di 5 album e più di 15 anni insieme, il trio di produttori olandesi Kraak & Smaak si è sicuramente affermato come una forza stabile e rispettata nella scena musicale internazionale, esibendosi nei club e festival più importanti del mondo con la loro miscela unica di ritmi elettronici e sensibilità funk che strizza l’occhio al pop e alla disco.

Dalla pubblicazione del loro primo album Boogie Angst nel 2006, passando per festival come Pinkpop, Sziget, SXSW, Coachella, Glastonbury e Lowlands, una partecipazione al Jimmy Kimmel show su ABC e, ciliegina sulla torta, la vincita del European Border Breakers Award (EBBA) insieme ad Adele, i Kraak & Smaak sono riusciti ad aprirsi un varco nel mainstream senza però mai diventare mainstream.

Il nuovo album Pleasure Centre, uscito il 18 ottobre scorso, è il sesto album dei Kraak & Smaak ed è il primo a essere pubblicato dalla loro stessa etichetta Boogie Angst. La copertina vivace e colorata richiama lo stile degli anni ’70 e ‘80: uno stile esuberante fatto di cocktail in piscina, buon cibo e spensieratezza. E le prime tracce dell’album ne danno conferma: il caratteristico funk elettronico dei Kraak & Smaak si mescola al yacht rock anni ‘70 e ’80 e al dream pop con influenze indie.

Pleasure Centre è un disco arioso, che parte con una strumentale che richiama l’exotica e si sviluppa tra atmosfere folk e hippy West Coast, brani electro funky per il dancefloor e momenti più downtempo. Il grande numero di guest e di singoli che hanno anticipato il disco vero e proprio nulla tolgono al sapore dell’album stesso. Dall’irresistibile yacht pop di Don’t Want This To Be Over in cui appare il cantante Californiano Satchmode, al disco-funk in stile Bruno Mars di “24HR Fling” col soul man Wolfgang Valbrun (Ephemerals / Kungs), le inflessioni neo-soul di “Out In The Daylight” con la voce della dance diva di LA Gavin Turek, o i groove più lenti come “Sommeron” che è arricchita dalla presenza del duo di cantanti neozelandesi Imugi, non vi è nulla di diluito ma anzi un mood coerente e vivace.

Registrato l’anno scorso a Los Angeles nel quartiere di Echo Park (che da anche il titolo ad un brano), Pleasure Centre è un disco nostalgico ma contemporaneo, spensierato ma carico, che scorre liscio dal primo all’ultimo brano. I Kraak & Smaak sono eroi della scena funk elettronica da anni, e questo album ne conferma le ragioni. (Adaja Inira)

clicca qui e ascolta