Categorie
musica

The Pipettes – Firenze, Viper Theater (28-04-2007)

pipettes.jpg

Divertono ed entusiasmano le Pipettes sul palco del confortevole Viper Theater di Firenze attraverso una buona oretta di concerto in cui sciorinano tutte le composizioni del loro gradevolissimo album d’esordio. Come da copione le tre ragazze di Brighton ancheggiano, sorridono e salutano mentre cantano piacevoli canzoncine d’estrazione soul pop accompagnate da una formazione completamente al maschile. Nonostante i tacchi alti e i vestitini attillati, le fanciulle improvvisano agili e ammiccanti balletti, scambiandosi continuamente di posto e trasportando il pubblico, numeroso e sostanzialmente di giovane età, sulle melodie retrò e in stile Motown di Why Did You Stay, Judy, Tell Me What You Want, Why e Because It’s Not Love (But it’s Still a Feeling). Insomma, gli spettatori partecipano compiaciuti alla performance di Becki, Gwenno e Rosay che con i loro abiti a pois sembrano uscite direttamente dalla serie televisiva “Happy Days” o dal nostalgico “American Graffiti”. Pull Shapes, I Love You, ABC, One Night Stand, It Hurts To See You Dance So Well e Sex, tanto per citarne alcuni, sono brani che non perdono d’impatto grazie anche alla complicità di un locale dall’acustica eccellente. Per alcuni frequentatori del giro indie qualcosa il sound proposto dalla formazione inglese non è altro che l’ennesimo fenomeno revivalistico e di cassetta, ma a noi le Pipettes piacciono tantissimo, non solo per l’inequivocabile grazia che le contraddistingue, soprattutto per quella inconsueta carica espressiva che anche dal vivo riescono a trasmettere. Non sbagliano un colpo. Cantano bene e senza strafare, e a vedere quelle giovani donne così demodé abbiamo quasi l’impressione di aver fatto un salto nel passato, anche se poi saranno le note conclusive di We Are The Pipettes (brano dagli effetti garage) a destarci da questo breve sogno fatto di coretti sixties e attacchi rythm’n’soul. Terminato il concerto abbiamo giusto il tempo di salutare e scambiare due chiacchiere con la simpatica Becki. Il suo splendido sorriso ci accompagnerà per tutto il viaggio di ritorno.

ML – UPDATE N. 46 (2007-05-24)

Pubblicità

Di Luca D'Ambrosio

L'amore per un disco è un sentimento reale