Categorie
musica

Chromatics – Kill For Love (2012)

-chromatics-.jpg
Uscito lo scorso marzo per la Italians Do It Better, piccola etichetta indipendente dell’italo-americano Mike Simonetti, “Kill For Love” è l’ultima produzione dei Chromatics, formazione originaria di Portland (Oregon) composta da Ruth Radelet, Adam Miller, Nat Walker e Johnny Jewel. Nato nel 2003 all’insegna del noise e del post-punk revival, dopo diversi cambi di formazione, il gruppo americano giunge al disco della maturità – il quarto per la precisione – con un sound differente dagli esordi. “Kill For Love” è difatti un album a metà strada tra l’italo disco, la chillwave e il synth pop anni ’80 che, a distanza di cinque anni, sviluppa e migliora quanto già realizzato con il precedente “Night Drive” del 2007, raggiungendo l’apice della maturità artistica. Quelle realizzate dalla indie pop band statunitense sono sedici tracce da ascoltare tutte di un fiato, a partire dalla splendida cover iniziale di “Hey Hey, My My (Into the Black)” di Neil Young il cui videoclip ufficiale vede, oltretutto, la mano di un altro italiano, stiamo parlando del videomaker Alberto Rossini. Piacevole e accattivante quanto basta, quest’ultimo lavoro dei Chromatics è un long playing da ascoltare lontano dai frastuoni cittadini e in totale relax. Segnaliamo infine anche la versione “Drumless” di “Kill For Love”, ovvero senza percussioni. (Luca D’Ambrosio)


Cerca e compra online il biglietto dell’evento che desideri

T1_Generic_468x60

Cerca un volo o una vacanza conveniente.

468x60 Lente

Prenota online i voli economici eDreams!

Cerca e compra un disco, un dvd, un acccessorio di abbigliamento

Pubblicità

Di Luca D'Ambrosio

L'amore per un disco è un sentimento reale