Categorie
musica the best

Pillole quotidiane: 10 dischi italiani e 10 dischi non italiani del 2015

top-20-2015-luca-dambrosio.jpg
Il gioco è sempre lo stesso: scegliere 20 dischi dell’anno che ho ascoltato con maggiore piacere e attenzione. Per comodità personale ho preferito dividerli in “10 dischi italiani” e “10 dischi non italiani”. È inutile dire, infine, che il 30-40% di ciascuna lista (in ordine alfabetico secondo il nome dell’artista o del gruppo) potrebbe cambiare da un momento all’altro. Buon 2016 a tutti.

TOP TEN 2015 – DISCHI NON ITALIANI
top-10-2015-dischi-non-italiani.jpg
BadBadNotGood & Ghostface Killah – Sour Soul (Lex Records)
Beach House – Thank Your Lucky Stars (Bella Union)
Destroyer – Poison Season (Dead Oceans)
Dirty Fences – Full Tramp (Slovenly Recordings)
Jamie xx – In Colour (Young Turks)
Joanna Newsom – Divers (Drag City)
Kurt Vile – B’lieve I’m Goin Down… (Matador)
Panda Bear – Panda Bear Meets The Grim Reaper (Rough Trade)
Sufjan Stevens – Carrie & Lowell (Asthmatic Kitty)
Teeth of the Sea – Highly Deadly Black Tarantula (Rocket Recordings)

TOP TEN 2015 – DISCHI ITALIANI
top-10-italia-2015-luca-dambrosio.jpg
Bombay – S.T. (Autoprodotto)
Calcutta – Mainstream (Bomba Dischi)
C+C=Maxigross – Fluttarn (Trovarobato/ Vaggimal Records)
Cesare Basile – Tu prenditi tutto l’amore che vuoi e non chiederlo più (Urtovox/The Prisoner)
Dellera – Stare bene è pericoloso (Martelabel)
Flying Vaginas – Beware Of Long Delayed Youth (Mia Cameretta)
Iacampo – Flores (Urtovox/ The Prisoner)
Iosonouncane – Die (Trovarobato)
Paolo Spaccamonti – Rumors (Santeria)
Umberto Maria Giardini – Protestantesima (La Tempesta Dischi)



Cerca e compra un disco, un dvd, un acccessorio di abbigliamento




Pubblicità

Di Luca D'Ambrosio

L'amore per un disco è un sentimento reale