Categorie
Arte Cinema Cultura Film al cinema e in TV Libri Musica Pittura

Il talento multiforme di Bob Dylan raccontato in un libro

Un libro che analizza la multiformità del talento e dell’ingegno del celebre cantore di Duluth, dalle canzoni ai film, dalla pittura alla scultura.

Bob Dylan and the Arts – pubblicato nel 2020 da Edizioni e Storia e Letteratura e curato da Maria Anita Stefanelli, Alessandro Carrera e Fabio Fantauzzi – è un lavoro editoriale che prende in esame il genio artistico di Robert Allen Zimmerman.

Bob Dylan and the Arts è un dialogo tra voci che, da prospettive transdisciplinari, si sono occupate del genio di Bob Dylan. L’opera di Dylan, che ha il suo centro nella forma della canzone, si estende dalla poesia alla performance, dalla pittura alla scultura, dalla radio al cinema. Gli artisti, critici, docenti e musicisti qui convenuti hanno esplorato, ognuno da un diverso punto di vista, l’inesauribile creatività dylaniana. Le loro indagini conducono il lettore a scoprire non solo le molte facce della sua Musa, ma anche l’influenza su Dylan di Norman Raeben, poco noto maestro di pittura newyorchese, finalmente indagato in tutta la sua rilevanza. Bob Dylan and the Arts propone un Dylan dalle molte maschere ma dall’ispirazione fortemente unitaria, un impulso al fare arte che, nelle sue molteplici sperimentazioni e declinazioni, si muove entro un processo creativo che non ammette confini.

Dalla sinossi di “Bob Dylan and the Arts” (Edizioni di Storia e Letteratura, 2020)

Un libro che in poco meno di 250 pagine analizza la multiformità del talento e dell’ingegno del celebre cantore di Duluth, dalle canzoni ai film, dalla pittura alla scultura, così come, del resto, recita anche il sottotitolo di Bob Dylan and the Arts. (La redazione)

Lascia un commento
Pubblicità