«Uppers» è l’album di debutto del gruppo post-punk londinese TV Priest

Un album influenzato dalla kosmische musik e dalle sonorità di band come The Fall e Protomartyr.

  • 2Minuti
  • 237Parole

Talvolta si pensa di avere la verità su tutti gli argomenti, spesso ripetendola giornalmente e banalmente come un mantra in ogni dove. Purtroppo però non è così, e a confermarcelo è questo folgorante album di debutto dei londinesi TV Priest, quattro amici che, al contrario di dogmi e certezze varie, abbracciano la sconvolgente bellezza dell’ignoto che permea ogni istante e aspetto della nostra vita (privata, politica e culturale).

Uppers è sicuramente un disco che prosegue quel percorso di rinascita del post-punk britannico, anche se con una visione differente e in qualche modo originale.

I TV Priest sono quattro amici che, dopo aver suonato insieme da ragazzi e dopo essersi persi di vista, improvvisamente si ritrovano a mettere su questa band a fine 2019.

Un formazione non più formata da teenagers inesperti e pieni di sogni, ma da uomini che hanno vissuto il mondo reale fatto di lavoro e relazioni sociali. Un gruppo che nel novembre 2019 torna a suonare dal vivo come TV Priest nel quartiere londinese di Hackney Wick.

I TV Priest sono Charlie Drinkwater (voce), Alex Sprogis (chitarre), Nic Bueth (basso e tastiere) e Ed Kelland (batteria) e questo loro disco d’esordio, pubblicato il 5 febbraio 2021 da Sub Pop, è ascoltabile in streaming integrale su Bandcamp.

Uppers dei TV Priest è un album fortemente influenzato dalla kosmische musik e dalle sonorità di band come The Fall e Protomartyr. Buon ascolto. (La redazione)

Se ti è piaciuto questo articolo, non possiamo che esserne felici. Tuttavia, per continuare a fare questo tipo di informazione in maniera libera e indipendente è importante anche (soprattutto) il tuo sostegno economico. Per questo motivo ti invitiamo a supportarci con una libera donazione via PayPal. Questo è il link per sostenerci. Grazie.