Marianna D’Ama. Un EP tanto potente e turbolento quanto onirico e malinconico.

La cantautrice Marianna D’Ama torna a far vibrare le corde del cuore con un EP intitolato «Where will you go, Nina?»

  • 1Minuto
  • 192Parole

Dopo Lip del 2018 e Thee Devil del 2019, singoli contenenti entrambi due tracce, Marianna D’Ama torna questa volta a far vibrare le corde del cuore con un EP intitolato Where will you go, Nina?

Quattro tracce dalle atmosfere eteree e allo stesso tempo graffianti, a metà strada tra Tindersticks e Beach House, suggellate dall’incredibile voce della cantante e compositrice abruzzese che, in poco meno di 15 minuti, mette in fila nella nostra memoria PJ Harvey, Anna Calvi, Bat For Lashes, Joan as Police Woman, Gemma Ray.

Con il fondamentale supporto di Davide Grotta, che suona e partecipa alla realizzazione delle musiche, Marianna D’Ama mette a segno un disco d’autore davvero suggestivo che – tra pop, rock, folk, psichedelia e sonorità dagli effetti cinematografici – sa essere tanto potente e turbolento quanto onirico e malinconico.

Masterizzato da Riccardo Ricci al Velvet Room e pubblicato il 30 ottobre 2021 da Endless Groove Records, Where will you go, Nina? si rivela il miglior biglietto da visita di Marianna D’Ama. Ora però, per capire “dove andrà Nina”, tocca solo aspettare il suo prossimo (speriamo lungo) passo. (La redazione)

Lascia un commento