«Per te» di Luca Fogliati

Luca Fogliati è l’ultimo dei romantici. E questo suo nuovo album è per tutti quelli che nella musica cercano ancora delle vibrazioni.

  • 2Minuti
  • 327Parole

Luca Fogliati arriva col suo pop rock d’annata, come un vino buono, con tanta energia e voglia di mostrare al panorama che il rock non è ancora morto.

Una via di mezzo tra il pop rock anni 2000 e il cantautorato moderno il suo nuovo album Per te, un mix energetico che non fa male, un cocktail di cui non stancarsi mai.

Vertigine è il vero cavallo di troia del disco, una sorpresa che entra piano piano nelle orecchie ed esplode con una gran bella carica, ricordandoci quanto poteva essere potente la musica di una volta (frase da boomer, lo so).

Luca Fogliati però non è solo energia e muscoli, anche dolcezza, raffinatezze varie che possiamo notare in La tua maschera, il vero e proprio lato romantico del disco che non arriva a tardare, sempre però tenendo bene in mente un mood sanguigno e un sound “chitarroso”, veri e propri marchi di fabbrica.

Nella titletrack Per te convivono invece diverse anime e resta sempre in testa l’idea di una musica fatta per gli altri, non troppo complessa ma efficace come in Prossima uscita, altra hit pop in stile Pertubazione.

Il mood romantico continua anche con Controcorrente, dimostrando che questo nuovo album è un vero e proprio ritorno all’emo pop rock che per i nostalgici vuol dire un tuffo nel passato di personaggi come Finley e compagnia bella.

In sostanza Per te è un gran bel disco, soprattutto per gli amanti della musica italiana fatta come si deve, che non si ferma alle apparenze e che procede senza pensare al panorama attuale, senza pensare alle mode, senza pensare a nulla, insomma, mettendo al centro soltanto i sentimenti, le emozioni e tutto ciò per cui valga davvero la pena vivere di musica.

Luca Fogliati si dimostra l’ultimo dei sentimentali di un mondo freddo e cupo. E questo suo esordio da solista intitolato Per te è un bellissimo lavoro per tutti quelli che nella musica cercano ancora delle vibrazioni. (Lorenzo D’Antoni)

Se ti è piaciuto questo articolo, non possiamo che esserne felici. Tuttavia, per continuare a fare questo tipo di informazione in maniera libera e indipendente è importante anche (soprattutto) il tuo sostegno economico. Per questo motivo ti invitiamo a supportarci con una libera donazione via PayPal. Questo è il link per sostenerci. Grazie.