Il polistrumentista tedesco York con il nuovo album «The Vintage Funk Vol. 1»

Secondo album da solista per il musicista e produttore tedesco

  • 2Minuti
  • 400Parole

Secondo album solista per il polistrumentista e produttore tedesco York dal titolo The Vintage Funk Vol.1, 13 tracce che immergono l’ascoltatore nelle atmosfere disco funk degli anni ’70 con l’aggiunta di un pizzico di jazz.

York vanta un CV ricchissimo: nel corso di una carriera di oltre 3 decenni ha lavorato con mostri sacri della musica contemporanea quali Phil CollinsRandy Crawford e Quincy Jones. Ma è solo nel 2021 che ha fatto uscire il suo album di debutto solista The SoulJazz Experience Vol 1

Chi aspettava un volume 2 è rimasto a bocca asciutta. Al suo posto, a 6 mesi di distanza dalla ‘esperienza soul-jazz’, York regala invece il nuovo The Vintage Funk Vol. 1 appunto, un bel melange di funky groove, latin funk e disco-jazz in cui il musicista tedesco si destreggia tra vari strumenti, dal basso all’organo, dal sassofono al flauto e di più. 

Ma appaiono anche vari ospiti, come la cantante Josephine Nightingale che presta le corde vocali in apertura del disco nella super funky Ain’t No Love e poi di nuovo nel brano midtempo soul Mr Woofer. Altra Nightingale, ma di nome Catherine per I Don’t Care, su cui interviene anche il rapper dagli USA Pablo conliriche incisive. 

Non solo vintage quindi, ma anche tocchi di hip hop, come gli scratch da DJ nel singolo Feel The Groove featuring Selena Evan, di cui è uscito anche un video, o l’uso di sample ed il rap scanzonato dell’americano Liv su I’m not Ready To Go Home, dove canta anche l’inglese Olvi Dean. E di nuovo Pablo che rappa in Move Your Body, che come suggerisce il titolo è un orecchiabile brano uptempo che fa muovere il piedino a tempo. 

I ritmi sono sempre danzerecci in Boogie, Boogie, Boogie con Pete Simpson, che anche su No Masterplan si mostra a suo agio con il disco-groove. Ma c’è anche spazio per atmosfere cinematografiche come in Walk At Night In SFO, momenti più languidi come in Big Love For C e ballate soul come Joy con Olvi Dean.   Impossibile resistere al richiamo di questo groove. York ci regalerà un volume 2, o dobbiamo aspettarci una nuova sterzata tra 6 mesi? (Adaja Inira)

CLICCA QUI E ASCOLTA

Se ti è piaciuto questo articolo, non possiamo che esserne felici. Tuttavia, per continuare a fare questo tipo di informazione in maniera libera e indipendente è importante anche (soprattutto) il tuo sostegno economico. Per questo motivo ti invitiamo a supportarci con una libera donazione via PayPal. Questo è il link per sostenerci. Grazie.