5 album reggae da non perdere

Cinque album di musica reggae che dovresti ascoltare

Il reggae ha prodotto alcuni artisti leggendari, come Bob Marley, Peter Tosh, Jimmy Cliff e Toots & The Maytals, e ha influenzato molti altri generi musicali come il rock, il punk e l’hip hop.

Cos’è la musica reggae?

Il reggae è un genere musicale originario della Giamaica che ha avuto origine nella seconda metà degli anni ’60. Una musica caratterizza per il suo ritmo lento e sincopato che ha le sue radici nella musica tradizionale giamaicana, come il mento e lo ska, sviluppatosi come variante del rocksteady e influenzato da altri generi come il R&B, il soul e il funk.

La musica reggae viene suonata principalmente con la chitarra elettrica, il basso, la batteria e l’organo, mentre i testi spesso affrontano temi sociali e politici, come la povertà, la disuguaglianza, l’emancipazione e la giustizia.

Cinque album reggae

Exodus di Bob Marley & the Wailers (1977)

Uno dei più grandi album di musica reggae di tutti i tempi, caratterizzato da brani epocali come Jamming e One Love.

Legalize It di Peter Tosh (1976)

Il primo album da solista del giamaicano Tosh, con canzoni come la title track Legalize It e Equal Rights.

Marcus Garvey di Burning Spear (1975)

Terzo album della carriera di Burning Spear, pseudonimo Winston Rodney, ha segnato il successo del cantante giamaicano, con canzoni come Slavery Days e The Invasion.

Night Nurse di Gregory Isaacs (1982)

Con questo album Gregory Isaacs diventa una star del reggae internazionale, grazie a brani come Border e soprattutto dalla title track come Night Nurse.

Super Ape di The Upsetters (1976)

Gli Upsetters erano la house band del musicista reggae giamaicano Lee “Scratch” Perry che nel 1976 ha prodotto questo album roots reggae/dub dal titolo Super Ape, con canzoni simboli come Zion’s Blood e Croaking Lizard.

La musica reggae è ancora molto popolare in tutto il mondo e ha un grande seguito di fan che amano il suo ritmo rilassante e i messaggi di pace e unità che spesso trasmette. (Aaron Stack)

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 1 Media: 5]

Se vuoi segnalarci un errore o dirci qualcosa, utilizza questo form. Se invece ti piace quello che facciamo, clicca qui e supportaci con una piccola donazione via PayPal, oppure acquista su Amazon il nostro utile quaderno degli appunti. Grazie.