David Bowie, a 17 anni, difende in TV i capelloni (guarda il video)

L'artista britannico fa la sua prima apparizione in TV nel 1964 per una campagna in difesa dei capelloni

Pubblicato da

In una storica intervista televisiva trasmessa la sera di giovedì 12 novembre 1964 sulla BBC, il diciassettenne David Bowie fa la sua prima apparizione nazionale in televisione.

L’intervista, condotta da Cliff Michelmore nel programma Tonight, segna un momento significativo nella giovane carriera dell’artista britannico che per l’occasione difende la libertà degli uomini a essere capelloni.

Prima di questa apparizione, Bowie aveva già ottenuto l’attenzione dei media per la sua campagna a favore dei diritti degli uomini a mantenere i capelli lunghi. Ricordiamo infatti l’intervista apparsa il 2 novembre dello stesso anno sul quotidiano Evening News and Star.

La prima apparizione in TV di Bowie

Nell’intervista, il giovane Bowie è affiancato dal suo amico George Underwood e dagli altri membri della band dei Manish Boys (Paul Rodriguez, Woolf Byrne e John Watson) di cui faceva parte.

La chiacchierata con Michelmore si è concentrata principalmente sulla campagna per i diritti dei capelloni, senza parlare di musica e delle attività artistiche del gruppo.

L’intervista è stata registrata presso i Lime Grove Studios della BBC al Shepherd’s Bush, Londra, una struttura che nel 1993 è stata demolita.

Nel video si nota un giovane David Bowie carismatico e sicuro di sé, così come ha dimostrato successivamente nella sua incredibile carriera musicale e artistica. (La redazione)

Se vuoi segnalarci un errore o dirci qualcosa, scrivici a musicletter@gmail.com. Se invece ti piace quello che facciamo, clicca qui e supportaci con una piccola donazione via PayPal, oppure acquista su Amazon il nostro utile quaderno degli appunti o qualsiasi altro prodotto. Infine, puoi aquistare un qualsiasi biglietto su TicketOne e anche seguirci su Telegram. Grazie

✓ MUSICLETTER.IT © Tutti i diritti riservati - 26 Settembre 2023

MUSICLETTER.IT

Musica, cultura e informazione (dal 2005)