Il post-punk disturbato e a bassa fedeltà di Aldo Morto

Il nuovo disco di Aldo Morto si intitola «C.I.A.O.» (acronimo di «Cosa. Importa. Ancora. Ormai?») e contiene 8 tracce in bilico tra post-punk a bassa fedeltà e avanguardia, tra noise e coldwave, tra industrial e minimal electro.

  • 1Minuto
  • 128Parole

Passeggiando qua e là tra i reticoli più fitti e profondi della Rete, quelli che raramente vengono perlustrati dall’utente medio, che è quasi sempre alla ricerca dell‘hype del giorno, ci siamo imbattuti in questo singolare lavoro discografico indipendente a firma Aldo Morto.

Si intitola C.I.A.O. (acronimo di Cosa. Importa. Ancora. Ormai?) e contiene 8 tracce in bilico tra post-punk a bassa fedeltà e avanguardia, tra noise e coldwave, tra industrial e minimal electro.

In alcuni passaggi del disco Aldo Morto, progetto che sembra giungere direttamente dalla fervida Bologna, ricorda sia i CCCP – Fedeli alla Linea che formazioni come Fontaines D.C e Sleaford Mods.

Insomma, una bella scoperta da ascoltare in streaming integrale su Bandcamp. (La redazione)

Se vuoi segnalarci un errore o dirci qualcosa, utilizza questo form. Se invece ti è piaciuto questo articolo, non possiamo che esserne felici. Tuttavia, per continuare a fare questo tipo di informazione in maniera libera e indipendente è importante anche (soprattutto) il tuo sostegno economico. Per questo motivo ti invitiamo a supportarci con una libera donazione via PayPal. Questo è il link per sostenerci. Grazie.