Groove jazz-funk nel nuovo album «The Shores Of Infinity» dei Menagerie

Tastiere rhodes dai toni caldi, fiati pieni di sentimento, ritmi e percussioni dinamici nel nuovo album della formazione australiana.

Pubblicato da

L’inarrestabile chitarrista e produttore Lance Ferguson, già alla guida della band funk australiana The Bamboos e del progetto Rare Groove Spectrum, riprende le redini del suo gruppo spiritual jazz Menagerie con cui pubblica il nuovo, quarto album The Shores Of Infinity

Composti da 9 elementi, i Menagerie fanno seguito al loro rivoluzionari disco precedente del 2021 Many Worlds con un album che è probabilmente il loro più riuscito finora, in cui nel corso di 6 tracce dipanano un sound jazz-funk fortemente improntato al groove e ispirato sia dalla generazione di jazzisti post-Coltrane degli anni ’70 sia dalle nuove leve all’avanguardia oggi. 

L’album è stato anticipato dal primo singolo Kingdom (di cui vi abbiamo parlato qui), che immediatamente rivela quanto l’asse sonora della band si sia spostata verso una fusion elegante e meno tradizionali rispetto ai dischi precedenti.

In Earthrise la band gioca col modal jazz, nel corso dei suoi 9 minuti Arrival intreccia jazz e afro, mentre in Of la progressione di accordi crea una accattivante tempesta di note con la melodia principale che viene poi ripresa dalla sezione fiati.

In testa all’album la titletrack The Shores Of Infinity, l’unico brano non strumentale, che vede la partecipazione del paroliere spoken word dalla California Thee Cosmic Poet su una base ipnotica, e a chiudere il disco Danieda’s Dance, proposto come secondo singolo, che vede la formazione ridotta a quartetto, per un esplorazione del jazz in 3/4. 

Con le sue tastiere rhodes dai toni caldi, i fiati pieni di sentimento, i ritmi e le percussioni dinamici, The Shores Of Infinity rivela i nuovi territori in cui si spingono i Menagerie, proponendo un jazz-funk saldamente ancorato alla tradizione ma mai banale o scontato. (Adaja Inira)

Se vuoi segnalarci un errore o dirci qualcosa, scrivici a musicletter@gmail.com. Se invece ti piace quello che facciamo, clicca qui e supportaci con una piccola donazione via PayPal, oppure acquista su Amazon il nostro utile quaderno degli appunti o qualsiasi altro prodotto. Infine, puoi aquistare un qualsiasi biglietto su TicketOne e anche seguirci su Telegram. Grazie

✓ MUSICLETTER.IT © Tutti i diritti riservati - 25 Settembre 2023

MUSICLETTER.IT

Musica, cultura e informazione (dal 2005)