Categorie
Musica Recensioni Video

Ysé con l’EP dal titolo Pezzi

“Pezzi” della giovane cantautrice sassolese Ysé è un piccolo sospiro di sollievo musicale di cui avevamo bisogno.

Il nuovo disco di Francesca Madeo, in arte Ysé, si intitola Pezzi ed è un EP di pop al femminile molto radiofonico, che riesce a coinvolgere un ampio pubblico formato probabilmente da teenager (e non solo).

Il sound rimanda ai primi anni 2000 o, meglio, a un pop per così dire “fuori tempo massimo”, ma che ha ancora il suo perché (soprattutto se hai una “certa” età).

Il disco è piacevole e scorre molto velocemente, catturando immediatamente l’attenzione dell’ascoltatore, senza tediarlo. L’EP è diviso tra il cantato in italiano e in inglese, approcci sicuramente diversi, che tuttavia convivono alla perfezione, dando al lavoro quel tocco in più di internazionalità.

Tra i brani di Pezzi, molto intrigante è l’interpretazione di Rapide di Mamhood, in cui Ysé riesce a mostrare al pubblico una versione non affatto male.

Nel complesso l’EP è un ottimo biglietto da visita per l’artista che si affaccia nel panorama mainstream con classe e in punta di piedi. Forse un canale più ampio e una maggiore esposizione mediatica potrebbe aiutare la giovane sassolese a conquistare un pubblico più vasto.

In conclusione Pezzi è un buon EP che non si preoccupa di essere pop e che racchiude in sé piccole sorprese degne d’essere ascoltate. Un disco per tutti: per le radio e per tutte quelle persone che amano ascoltare delle belle canzoni in un momento triste e opaco come quello che stiamo vivendo. Perché Pezzi di Ysé è un piccolo sospiro di sollievo musicale di cui avevamo bisogno. (Lorenzo D’Antoni)

Lascia un commento

PAGINA CONTATTI ISCRIZIONE NEWSLETTER DONAZIONE VIA PAYPAL

Pubblicità