Il jazz cosmico e sperimentale di Nala Sinephro

«Space 1.8» è lo sbalorditivo album di debutto della compositrice belga/caraibica Nala Sinephro. Un disco che unisce jazz e musica ambient.

  • 1Minuto
  • 195Parole

La compositrice, produttrice e musicista belga/caraibica Nala Sinephro fonde suoni meditativi, sensibilità jazz, folk e registrazioni sul campo.

Sulla scia di lavori come Promises di Floating Points, Pharoah Sanders & The London Symphony Orchestra, la musicista di stanza a Londra dà vita a questo magnifico album d’esordio dal titolo Space 1.8 che unisce jazz e musica ambient.

Space 1.8 vede il prezioso contributo dei contrabbassisti Rudi Creswick e Twm Dylan, del bassista Wonky Logic, dei sassofonisti James Mollison, Ahnansé e Nubya Garcia, dei batteristi Jake Long e Eddie Hick, del chitarrista Shirley Tetteh e del tastierista/pianista Lyle Barton.

«Suonare l’arpa è una forma di terapia per me. Chiudo gli occhi, le mie mani lavorano ed elaboro le emozioni che provo senza bisogno di dire nulla».

Nala Sinephro

Pubblicato il 3 settembre 2021 da Warp Records, Space 1.8 è uno sbalorditivo viaggio cosmico tra sperimentazione e improvvisazione. Un album coraggioso e necessario, soprattutto di questi tempi. Il nostro disco dell’anno, insomma. (La redazione)

CLICCA QUI E ASCOLTA

ACQUISTALO SU AMAZON

Se ti è piaciuto questo articolo, non possiamo che esserne felici. Tuttavia, per continuare a fare questo tipo di informazione in maniera libera e indipendente è importante anche (soprattutto) il tuo sostegno economico. Per questo motivo ti invitiamo a supportarci con una libera donazione via PayPal. Questo è il link per sostenerci. Grazie.