«This is a Photograph» è il nuovo album di Kevin Morby

«This is a Photograph» di Kevin Morby è un disco che nasce sfogliando distrattamente una scatola di vecchie foto di famiglia.

  • 2Minuti
  • 351Parole

La storia di This is a Photograph inizia nel gennaio 2020 con Kevin Morby che sfoglia distrattamente una scatola di vecchie foto di famiglia nel seminterrato della sua casa d’infanzia in Kansas.

Poche ore prima, a una cena di famiglia, suo padre era crollato davanti a lui e aveva dovuto essere portato d’urgenza in ospedale. Quella notte Morby, ancora sotto shock, passò il tempo guardando vecchie fotografie di famiglia, finché una non gli rimase in testa: suo padre da giovane, orgoglioso, forte e pieno di fiducia, in posa su un prato senza maglietta.

Nella foto sembra giovane e pieno di fiducia con il petto gonfio verso la fotocamera come se stesse cercando una rissa.

Kevin Morby

Durante la convalescenza del padre Kevin è andato a Memphis per rendere omaggio ai suoi artisti preferiti. Prima verso le rive del fiume Mississippi nel punto in cui Jeff Buckley è affogato, poi in giro per il quartiere dove Jay Reatard trascorse il suo ultimo giorno vita. 

This is a Photograph parla delle esperienze di Kevin Morby, del padre, degli amici, dei miti e delle giornate trascorse passeggiando per Memphis e soggiornando al Peabody Hotel.
 
This is a Photograph è stato prodotto da Sam Cohen (che aveva prodotto Singing Saw e Oh My God) a New York, registrato con una favolosa band composta Nick Kinsey (batteria), Oliver Hill (pianoforte), Cochemea Gastelum (sassofono), Jared Samuel (organo) e Alecia Chakour (voce e tamburello), oltre alla partecipazione di sua madre Meg e della sorella Charlotte agli archi. 

Al nuovo album di Morby, in uscita il 13 maggio 2022 per Dead Oceans, hanno partecipato Josh Jaeger (batteria, percussioni), Brandee Younger (arpa), Makaya McCraven (batteria), Cassandra Jenkins (voce), Tim Heidecker e Alia Shawkat.

Le ultime sessioni di registrazione si sono svolte dal vivo a Memphis presso la Sam Philip’s Recording Co., guidata dal figlio Jerry Philips, che porta avanti l’eredità dello studio Sun Records originale. (La redazione)

CLICCA QUI E ASCOLTA

Se ti è piaciuto questo articolo, non possiamo che esserne felici. Tuttavia, per continuare a fare questo tipo di informazione in maniera libera e indipendente è importante anche (soprattutto) il tuo sostegno economico. Per questo motivo ti invitiamo a supportarci con una libera donazione via PayPal. Questo è il link per sostenerci. Grazie.