«Cocci Sparsi» de Le rose e il deserto

«Cocci Sparsi» è un racconto, una storia, un quadro, una scena di un film ben precisa, attimi vissuti che ti scaldano il cuore.

  • 2Minuti
  • 319Parole

Le rose e il deserto è un progetto cantautorale pieno di dolcezza, ispirazione e bellezza, ricorda a tratti i Tiromancino e tutta la vecchia scuola cantautorale fino ai giorni d’oggi, con artisti come Colapesce e Dimartino.

Il progetto di Luca Cassano è caratterizzato da una forte enfasi verso le parole, la poesia e tutto ciò che di più alto possa esserci per un’artista.

L’album in questione, intitolato Cocci Sparsi e prodotto da Martino Cuman (Non voglio che Clara), è un vero e proprio quadro, dipinto di poesia e colori, che riesce a riempire le orecchie e gli occhi degli ascoltatori più attenti e più propensi al mondo della bellezza cantautoriale che, grazie a Le rose e il deserto, vive ancora di vita propria.

Ogni brano di Cocci Sparsi è un racconto, una storia, un quadro, una scena di un film ben precisa, attimi vissuti che ti scaldano il cuore e riescono a dar vita a ricordi e atmosfere.

Cocci Sparsi è il disco che ognuno di noi dovrebbe avere in libreria perchè fa parte di quegli album che fanno tutta la differenza del mondo contro la musica spazzatura che ci circonda.

Le rose e il deserto porta avanti quindi una scuola cantautoriale che deve ancora vivere e non deve morire, senza arrendersi alle brutture dei giorni nostri.

In definitiva, Cocci Sparsi è una bella finestra sull’oceano della poesia cantautoriale, con arrangiamenti al loro posto, perfettamente incastonati con le parole e le emozioni che Le rose e il deserto riesce a comunicare con semplicità disarmante.

Cocci Sparsi è un disco di una bellezza rara, da supportare, acquistare, vedere dal vivo, stampare in vinile e far girare nelle proprie giornate, perchè l’arte va supportata e gli artisti come Le rose e il deserto, meritano visibilità e supporto, senza “se” e senza “ma”.

Un disco che vivrà di vita propria (si spera) anche fra diversi anni. Ne sentiremo parlare. (Lorenzo D’Antoni)

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]

Se vuoi segnalarci un errore o dirci qualcosa, utilizza questo form. Se invece ti è piaciuto questo articolo, non possiamo che esserne felici. Tuttavia, per continuare a fare questo tipo di informazione in maniera libera e indipendente è importante anche (soprattutto) il tuo sostegno economico. Per questo motivo ti invitiamo a supportarci con una libera donazione via PayPal. Questo è il link per sostenerci. Grazie.