Tutto pronto per il Rock in Roma 2013

  • 4Minuti
  • 829Parole

Neil-Young.jpg
In tempi di crisi per i festival musicali, Postepay Rock in Roma mette in fila 18 eventi “live” con le migliori rockstar al mondo e con il meglio della musica italiana in circolazione. Bruce Springsteen con la E Street Band, Green Day (supporter All Time Low), Atoms For Peace (supporter Owiny Sigoma Band), The Smashing Pumpkins (supporter Mark Lanegan Band; Beware of Darkness come “opening act”), Neil Young & Crazy Horse (supporter Devendra Banhart), The Killers (supporter Stereophonics), Sigur Ros, Blur, Toto, Korn (supporter Bullet For My Valentine e Love & Death), Iggy &The Stooges, Max Gazzè (supporter Il Cile; Ilaria Graziano & Francesco Forni; Iotatòla), Rammstein (supporter Dj Joe Letz), Arctic Monkeys (supporter The Vaccines e Miles Kane), Daniele Silvestri, Mark Knopfler, Deep Purple e Ska-P. Gran parte degli artisti del cast sono “headliner” dei principali festival in giro per il mondo… qui, sono tutti in fila, nello stesso, unico cartellone del Postepay Rock in Roma! Tutto è pronto nella “location” che, quest’anno, è stata concepita con più arene, “modulate” a seconda dei concerti (“red stage”, “black stage”, e il “white stage”, quest’ultimo pensato e realizzato appositamente per l’evento di Springsteen) e con un grande villaggio per vivere l’estate. L’edizione 2013 si aprirà con una “special preview” del festival, il 29 maggio, affidata ai My Bloody Valentine, presso l’Orion Live Club (Roma, Ciampino,): l’anteprima con gli “indie rocker” irlandesi darà idea del “mood” che si respirerà nel festival più rock dell’estate. Mercoledì 5 giugno, Ippodromo delle Capannelle, apertura d’eccezione con i Green Day: la più grande “punk band” del mondo, che, a quattro anni di distanza dall’ultimo tour europeo, torna in Italia; Martedì 11, The Killers: dopo lo strepitoso concerto a Roma con i Franz Ferdinand nel 2009, tornano accompagnati dagli Stereophonics, che apriranno la serata; Venerdì 21, Toto: la rock band statunitense, membro della “Hall of Fame”, celebrerà i 35 anni di carriera con un tour mondiale ed una memorabile “line up” di musicisti; Martedì 25, Korn: il gruppo californiano, punta di diamante del “nu metal”, con Bullet For My Valentine e Love & Death come “opening act”; Giovedì 4 luglio, sarà il “debutto” nella capitale di Iggy & The Stooges: la band guidata dal mitico Iggy Pop, icona del rock più trasgressivo e selvaggio, per il suo primo “live” a Roma; Venerdì 5, Max Gazzè: artista italiano del momento, grande il successo della sua partecipazione allo scorso “Festival di Sanremo”. A pochi mesi dall’uscita, il singolo “Sotto casa” (dall’album omonimo, su etichetta “Virgin”) ha conquistato il “disco di platino” (fonte GFK/FIMI). Supporter Il Cile, Ilaria Graziano & Francesco Forni, Itatòla. Martedì 9, Rammstein: tedeschi, esponenti dell’industrial metal, altro grande nome del rock mondiale. Opening act, Dj Joe Letz; Mercoledì 10, Arctic Monkeys: in una serata tutta dedicata al “brit pop”, strepitosa “special guest” come i Vaccines affiancati da Miles Kane, amico e collaboratore della band (anche nel “side project” The Last Shadow Puppets). Giovedì 11, Bruce Springsteen: il “live” più atteso da tutti del “rocker” americano con la mitica “E Street Band”; Sabato 13, Mark Knopfler: la chitarra e la voce dei Dire Straits per ripercorrere una delle più belle storie del rock inglese; Domenica 14, The Smashing Pumpkins: unica data italiana per l’attesissimo ritorno della band guidata da Billy Corgan che avrà come “special guest” Mark Lanegan e la sua band – da quasi trent’anni una delle voci più profonde del rock – e i Beware of Darkness come “opening act”; Martedì 16, Atoms For Peace: il nuovo progetto musicale di Thom Yorke (Radiohead), acclamato da tutta la stampa mondiale, per la prima volta in Italia. Ad aprire la serata-evento, Owiny Sigoma Band; Lunedì 22, Deep Purple: la band che ha fatto la storia del rock, tornata quest’anno con un nuovo album; Giovedì 25, Daniele Silvestri: una conferma per il festival, con Gazzè il secondo grande nome della musica italiana tra i “super big” internazionali; Venerdì 26, Neil Young & Crazy Horse: dopo 20 anni, annunciano la tanto attesa “réunion” con un “supporter” d’eccezione Devendra Banhart, eclettico musicista-compositore e pittore statunitense; Domenica 28, Sigur Ros: la band islandese che, ogni volta, regala al pubblico uno spettacolo emozionante; Lunedì 29, chiuderanno i Blur: dopo anni di attesa, la grande band inglese torna per due soli concerti nel nostro Paese. I biglietti sono disponibili e acquistabili anche sul circuito di Ticket One. (Fonte: Ufficio Stampa Daniele Mignardi)


Condividi su FB / Share on FB


Cerca e compra online il biglietto dell’evento che desideri

T1_Generic_468x60

Cerca e compra un disco, un dvd, un acccessorio di abbigliamento




Lascia un commento