Categorie
album 2021 Musica Recensioni Streaming

«Hard Up» è il decimo album degli australiani The Bamboos

Guidati dal chitarrista, fondatore e leader del gruppo Lance Ferguson, gli australiani The Bamboos sono una band di 9 elementi che fondono con grande maestria soul, funk e breaks.

21 anni portati benissimo, questa è l’impressione che si ha della band di Melbourne The Bamboos nell’ascoltare il loro decimo album Hard Up.

Guidati dal chitarrista, fondatore e leader del gruppo Lance Ferguson, (mente che sta anche dietro alla formazione spiritual jazz Menagerie, di cui abbiamo parlato di recente), i Bamboos sono una band di 9 elementi che fondono con grande maestria soul, funk e breaks, accompagnati dal vivo, e su gran parte degli album, dalla splendida voce della cantante Kylie Auldist.

Nel corso delle 11 tracce di Hard Up sono pochissimi i momenti di riposo, ma sebbene il ritmo sia serrato e il groove irresistibile, l’album non si tira indietro davanti a questioni anche impegnate. Come Power Without Greed dove Kylie lamenta l’avidità dei politici, oppure come la title track Hard Up intrisa di organi, che tratta la corruzione e lo sproporzionato equilibrio di poteri nella società.

Come negli album precedenti, i Bamboos invitano anche degli ospiti speciali a partecipare alla festa: il cantante australiano Ev Jones presta la voce a While You Sleep, un’orecchiabile brano soul con allegro riff di pianoforte, da Los Angeles Joey Dosik dei Vulfpeck fa presenza sulla spensierata ed ottimista It’s All Gonna Be O.K., mentre il cantante dalla Louisiana Durand Jones spicca il volo su If Not Now (Then When), brano midtempo dal sapore leggermente rhythm and blues.

Sebbene sia facile riposare sugli allori, Hard Up dimostra che musicalmente e tematicamente i Bamboos sono una formazione ancora affamata di creare e lasciare un segno indelebile sulla scena. Missione decisamente compiuta. (Adaja Inira) 

Lascia un commento