Il cantautorato pop di Modì con il nuovo album «Tsunami» prodotto da Fabrizio Massara

Calabrese di nascita ma romano d'adozione, Giuseppe Chimenti, in arte Modì, con il quarto disco «Tsunami» (Oltre le mura Records, 2021), si conferma un musicista e un autore davvero eccellente.

Pubblicato da

Modì è un cantautore pop che fonda le sue radici nell’indie dei primi anni 2000 e ciò che lo rende speciale è la scelta dei suoni, gli incastri tra parole, sentimenti, poesia e note.

Le sonorità del suo ultimo disco Tsunami sono gustose e al posto giusto, si possono quasi toccare durante l’ascolto e, molto probabilmente, scelte stilistiche così particolari non si ascoltano facilmente ovunque.

Dall’inizio alla fine Modì (all’anagrafe Giuseppe Chimenti) ci ricorda alla grande come si possa essere ancora indie ma con stile, con quel pizzico di novità che non guasta mai.

L’album scorre molto velocemente e racconta storie, sentimenti, sogni, vita quotidiana, ricordando a tratti lo stile dei Baustelle e dei Subsonica; ecco, probabilmente, se dovessimo inquadrare Tsunami potremmo dire che il suo cuore pulsante è composto dall’incontro di queste due band pilastri della scena italiana.

Il nostro brano preferito è sicuramente Rapsodia in Agosto, un biglietto da visita non indifferente che rappresenta alla perfezione il cantautore nei suoi intenti e nei suoi sogni.

Tuttavia ciò che rende speciale Modì è la sua continua scelta di nuovi suoni, nuove atmosfere, nuove parole. E questo quarto disco ne è la dimostrazione, grazie a composizioni in bilico tra elettropop e canzone d’autore che ti travolgono come uno “tsunami”.

Calabrese di nascita ma romano d’adozione, Modì si conferma dunque un musicista e un autore eccellente, se non altro per la sua capacità di sparare la verità in faccia, di parlare di società e di omaggiare soprattutto il suo quartiere: Torpignattara.

In conclusione, Tsunami – prodotto magnificamente da Fabrizio Massara – è un ottimo colpo da parte di Modì che oltre a piacerci e a convincerci ci dà una speranza in più verso questo nostro, piccolissimo ambiente musicale. (Lorenzo D’Antoni)

Se vuoi segnalarci un errore o dirci qualcosa, scrivici a musicletter@gmail.com. Se invece ti piace quello che facciamo, clicca qui e supportaci con una piccola donazione via PayPal, oppure acquista su Amazon il nostro utile quaderno degli appunti o qualsiasi altro prodotto. Infine, puoi aquistare un qualsiasi biglietto su TicketOne e anche seguirci su Telegram. Grazie

✓ MUSICLETTER.IT © Tutti i diritti riservati - 9 Giugno 2021

MUSICLETTER.IT

Musica, cultura e informazione (dal 2005)