Rai. Espulso Montesano da «Ballando con le stelle»

L’attore romano Enrico Montesano è stato espulso dal programma Ballando con le stelle, in onda il sabato sera su Rai Uno, per aver indossato una t-shirt “con un motto e un simbolo che rievocano una delle pagine più buie della nostra storia”.

  • 2Minuti
  • 388Parole

L’attore romano Enrico Montesano è stato espulso dal programma Ballando con le stelle, andato in onda in prima serata sabato 13 novembre 2022 su Rai Uno, poiché – scrive in una nota l’Ufficio Stampa della televisione pubblica – “ha indossato una maglietta con un motto e un simbolo che rievocano una delle pagine più buie della nostra storia”.

Riportiamo di seguito il comunicato stampa dell’Azienda di viale Mazzini.

Quanto accaduto ieri sera a “Ballando con le stelle”, in onda su Rai1, è inaccettabile. Resta inammissibile che un concorrente di un programma televisivo del servizio pubblico indossi una maglietta con un motto e un simbolo che rievocano una delle pagine più buie della nostra storia. Chiediamo scusa a tutti i telespettatori e, in particolare, a coloro che hanno pagato e sofferto in prima persona a causa del nazifascismo a cui proprio quella simbologia fa riferimento. È decisione, dunque, della Rai interrompere la partecipazione di Enrico Montesano alla trasmissione del sabato sera “Ballando con le stelle”.

Ufficio stampa Rai

Ricevuta la comunicazione di espulsione, Enrico Montesano ha così replicato sui social.

Avendo avuto notizia che la Rai vorrebbe disporre il mio allontanamento dal programma ballando con le stelle, dichiaro la mia assoluta buona fede e ricordo di essere stato un parlamentare di sinistra, in linea con la mia fede politica che non può essere certo accostata a quella fascista.
Ho precisato che la maglietta da me indossata, che fa parte di una mia collezione da anni è in vendita pubblica nei negozi italiani senza che alcuno abbia mai pensato trattarsi di uno strumento di propaganda antidemocratica.
Ricordo che la maglietta contiene una frase di Gabriele D’Annunzio che è liberamente riprodotta anche nei libri di studio di letteratura italiana adottati nelle scuole.
Altresì aggiungo che la maglietta da me indossata è stata vista dai rappresentati della Rai sia durante le mie prove della prestazione artistica sia durante la registrazione della stessa, senza alcuna obiezione.
Aggiungo che il materiale montato e messo poi in onda è stato ulteriormente esaminato dai rappresentati della Rai che non hanno minimamente dubitato della regolarità e della liceità delle immagini.
Ho dato mandato all’avvocato Giorgio Assumma insieme al mio agente Settimio Colangelo di esaminare la situazione per tutelare al meglio la mia identità personale e la mia onorabilità.

Enrico Montesano

Allo stato attuale la decisione della Rai sembrerebbe irrevocabile. (La redazione)

Se vuoi segnalarci un errore o dirci qualcosa, utilizza questo form. Se invece ti è piaciuto questo articolo, non possiamo che esserne felici. Tuttavia, per continuare a fare questo tipo di informazione in maniera libera e indipendente è importante anche (soprattutto) il tuo sostegno economico. Per questo motivo ti invitiamo a supportarci con una libera donazione via PayPal. Questo è il link per sostenerci. Grazie.