«Reservoir» è l’album di debutto degli inglesi Brown Horse

Canzoni dai toni alternativi tipicamente 90s influenzate dal miglior folk e dalla tradizione country e rock americana degli anni ’70

I Brown Horse sono di Norwich, Inghilterra, e Reservoir è il loro album d’esordio il 19 gennaio 2024 per Loose Music, un lavoro in bilico tra folk, americana e alternative rock.

La band è nata nel 2018 per mano dei membri fondatori Emma Tovell, Nyle Holihan, Patrick Turner e Rowan Braham come quartetto specializzato in standard country e folk.

Dopo essersi esibiti nel circuito dei pub e dei festival di genere inglesi il gruppo ha accolto in formazione Ben Auld e Phoebe Troup, con cui hanno composto e registrato l’esordio Reservoir, prodotto da Owen Turner.

Le canzoni dell’esordio affondano le radici nella tradizione country-rock, sebbene la band riconosca un importante debito con i suoni alternativi di Uncle Tupelo, Silver Jewish, Lucinda Williams e Jason Molina.

Appoggiandosi ai margini alternativi del genere, Reservoir mantiene un piede fermo nella tradizione country-rock. Il suono dell’esordio dei Brown Horse è ricco e stratificato, con lap steel, chitarre elettriche e fisarmoniche che emergono e fraseggiano tra loro. (La redazione)

Home » Musica » «Reservoir» è l’album di debutto degli inglesi Brown Horse
Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]

Se vuoi segnalarci un errore o dirci qualcosa, utilizza questo form. Se invece ti piace quello che facciamo, clicca qui e supportaci con una piccola donazione via PayPal, oppure acquista su Amazon il nostro utile quaderno degli appunti. Grazie.