Roverman, 1979. Il funk ribelle di Emma Dorgu

Un album di protesta che sfida la mente e fa ballare i piedi

Dopo aver conquistato a soli sedici anni la scena di Lagos, Nigeria, con i suoi The Thermometers, formazione con la quale aveva dato alle stampe nel 1973 il singolo World People/Babalawo, Emmanuel Dorgu decide di fare qualcosa contro le tante ingiustizie che affliggono il suo Paese e l’intero continente africano.

Si fa prestare quindi un salotto di casa e degli strumenti musicali e, con la complicità di diversi musicisti, registra il primo album a suo nome dal titolo Roverman.

Il disco esce nel 1979 per la Polydor ed è un lavoro dall’essenza funk che mette in fila cinque canzoni di protesta – Free My People, Rover Man, Babalawo, Loving e Afro Fever – che non lasciano alcun dubbio sul talento e la passione di un’artista che – come scrive Peter Moore – “sfida la tua mente mentre parla ai tuoi piedi“. (Aaron Stack)

CLICCA QUI E ASCOLTA

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 1 Media: 5]

Se vuoi segnalarci un errore o dirci qualcosa, utilizza questo form. Se invece ti piace quello che facciamo, clicca qui e supportaci con una piccola donazione via PayPal, oppure acquista su Amazon il nostro utile quaderno degli appunti. Grazie.