De Zerbi, il tecnico dello Shakhtar Donetsk, resta in Ucraina con i suoi calciatori

«Non posso girare le spalle al club, al calcio e andarmene così»

  • 1Minuto
  • 132Parole

Roberto De Zerbi, attuale allenatore della squadra di calcio ucraina Shakhtar Donetsk, è rimasto bloccato in Ucraina con i suoi giocatori in seguito alla chiusura dello spazio aereo.

Nonostante fosse stato sollecitato dall’Ambasciata italiana a lasciare l’Ucraina per l’imminente conflitto con la Russia, il tecnico dello Shakhtar non se l’è sentita di lasciare i suoi calciatori da soli perché – dice De Zerbi a ItalPress“Io sono qui per fare sport e non potevo girare le spalle al campionato, ai tifosi che ci seguono. Ho tredici ragazzi brasiliani, il mio staff. […] Non posso girare le spalle al club, al calcio e andarmene così. Alla fine hanno chiuso lo spazio aereo e si sta qui“.

De Zerbi è chiuso nella sua camera di hotel con le esplosioni che risuonano intorno. (La redazione)

Se ti è piaciuto questo articolo, non possiamo che esserne felici. Tuttavia, per continuare a fare questo tipo di informazione in maniera libera e indipendente è importante anche (soprattutto) il tuo sostegno economico. Per questo motivo ti invitiamo a supportarci con una libera donazione via PayPal. Questo è il link per sostenerci. Grazie.