Ucraina. L’accorato appello della direttrice d’orchestra Oksana Lyniv

«Ora le vere intenzioni di Putin sono diventate chiare e aperte: annientare uno Stato indipendente, una nazione con la propria cultura, lingua, storia, artisti, identità»

  • 2Minuti
  • 381Parole

Oksana Lyniv, direttrice d’orchestra ucraina del Teatro Comunale di Bologna, attraverso il suo account Facebook, lancia un sentito e accorato appello contro l’attacco russo alla sua nazione.

Oggi, 24 febbraio 2022, l’esercito russo ha attaccato di notte l’Ucraina dalla Crimea, dalle regioni orientali e dal confine bielorusso con una dura battaglia. La Russia sta bombardando l’Ucraina: le zone di confine, le grandi città, gli aeroporti, i depositi, i più importanti obiettivi militari.

Ora le vere intenzioni di Putin sono diventate chiare e aperte: annientare uno Stato indipendente, una nazione con la propria cultura, lingua, storia, arte, identità. Il nostro sviluppo come Stato europeo, su cui lavoriamo da 30 anni dall’indipendenza e che abbiamo già pagato a caro prezzo con il Maidan (Rivoluzione della Dignità), è ora in pericolo di vita.

Il mondo sta finalmente vedendo il vero volto della Russia, ahimè, lontana dall’ideale come paese dell’arte e dell’umanesimo, un paese cinico, di inganno e violenza. L’inizio è stato già crudele: l’annessione della Crimea, che viola tutti i diritti mondiali, e il sostegno diretto e mirato alla guerra nella regione del Donbass, ma l’obiettivo attuale è l’intera Ucraina.

Nel corso dei decenni del suo governo, il dittatore in Russia ha costruito uno stato di polizia, ma non farà mai lo stesso con l’Ucraina! Ora vogliono distruggere l’esercito ucraino e le grandi città, e poi installare lì pupazzi russi – non saranno mai in grado di farlo. Perché siamo qui – una nuova generazione forte che non sopporterà più la violenza!

[…]

Ora è il momento in cui il mondo intero deve mettere alla prova le leggi create dopo le due guerre mondiali e difendere l’Ucraina nella sanguinosa battaglia in mezzo all’Europa.

Noi, l’orchestra sinfonica giovanile dell’Ucraina che unisce i giovani dai 12 ai 22 anni di 32 città dell’Ucraina, tutti insieme, a nome delle nostre famiglie da tutto il paese, facciamo appello a tutti i governi degli stati europei. Sosteniamo l’Ucraina ora con l’azione, l’aiuto militare e le sanzioni più severe che fermeranno i nostri assassini.

Noi stessi non rinunceremo mai a difendere la nostra patria e la pace nel mondo con tutte le nostre forze, con l’arte, la musica e i veri valori.

Oksana Lyniv (Fonte: Facebook)

È già da diversi giorni che la musicista ucraina sta condividendo notizie, foto, testimonianze e appelli su FB. (La redazione)

Se ti è piaciuto questo articolo, non possiamo che esserne felici. Tuttavia, per continuare a fare questo tipo di informazione in maniera libera e indipendente è importante anche (soprattutto) il tuo sostegno economico. Per questo motivo ti invitiamo a supportarci con una libera donazione via PayPal. Questo è il link per sostenerci. Grazie.