Bacio Battaglia, il nuovo album di Edipo.

  • 2Minuti
  • 270Parole

edipo.jpg
Edipo è cattivo, il suo Bacio Battaglia è un manifesto di puro cinismo che ti arriva dritto in faccia! Dieci brani tutti molto cattivi: è cattivo con la gente del fine settimana comandata dall’imperativo categorico del “Mi devo divertire” in La Classe operaia va all’inferno, è cattivo in Colpa del fonico con gli addetti ai lavori che incontra durante i suoi concerti, è cattivo con gli artisti-Wannabe di nuova generazione in Il mondo ha perso; in I Nudisti del mar Baltico è cattivo con i finti radical-chic da Festa de l’Unita. Edipo è cattivo con quei Baristi stagionali che fanno cocktail approssimativi e ti soffiano la ragazza in vacanza, e lo è perfino con il suo migliore amico ormai perduto in Supertele dove con una paradossale metafora accomuna se stesso ad un pallone da calcio. Riesce ad essere cattivo anche con i “guerrafondai” parlando del suo servizio civile in Ambulanze, con il mondo della musica indipendente e i suoi cliché in Idroscalo e con tutto quello che gli si è opposto nella vita in E a dire me ne vanto. Da tutto questo scaturiscono 10 canzoni molto cattive, i testi come sempre per Edipo, sono il cuore del suo lavoro: rime, metafore, doppi sensi, insomma un collage che risulta genialmente complesso e canticchiabile allo stesso tempo. Oltre alle parole, anche le sonorità di Bacio Battaglia, magistralmente prodotto da Matteo Cantaluppi, sono notevoli e creano una base assolutamente originale su cui le liriche di Edipo prendono forma ed ancora piu’ sostanza. (Fonte: Ufficio Stampa e Promozione Foolica)

Condividi su FB / Share on FB

Lascia un commento