A febbraio 2013 in arrivo Post-Krieg di Simona Gretchen

  • 2Minuti
  • 240Parole

Simona-Gretchen.jpg
Il 21 febbraio 2013 uscirà Post-Krieg, il nuovo disco di Simona Gretchen, prodotto da Disco Dada Records, etichetta che diede i natali al noto “Gretchen pensa troppo forte” del 2009, e dalla DIY label della cantautrice faentina, Blinde Proteus, fresca di molteplici produzioni nel 2012 (Fuzz Orchestra, Funkanelli, Elettrofandango, Herba Mate). L’album vede la produzione artistica di Lorenzo Montanà (produttore di Tying Tiffany) e il contributo di vari ospiti, quali Nicola Manzan (Bologna Violenta), Paolo Mongardi (Zeus!/Fuzz Orchestra/Ronin) e Paolo Raineri (Junkfood). Post-Krieg è mezzora di inquietudine, ma anche di catarsi. E sarà l’ultimo album di Simona Gretchen. I rimandi letterari principali, per lo più indiretti, di Post-Krieg si dimenano tra Artaud (la guerra dei princìpi – Eliogabalo), Jung, Nietzsche, ma anche tra Ellroy e Palahniuk. Ciò che interessa di più a Simona Gretchen è sicuramente recuperare una concezione e una fruizione rituale della musica, oltre ad una certa idea di concept, che ha cercato di rafforzare, sul piano formale, con la (mono)tonalità di Do minore. Quella del rito (funebre?), celebrato nella lunga coda strumentale dell’album, e riferito anche al progetto indie/cantautorale, è la chiave di lettura praticamente imprescindibile di questi brani. (Chiara Caporicci / Ufficio Stampa Sfera Cubica)

Condividi su FB / Share on FB


Cerca e compra online il biglietto dell’evento che desideri

T1_Generic_468x60

Cerca un volo o una vacanza conveniente.

468x60 Lente

Prenota online i voli economici eDreams!

Cerca e compra un disco, un dvd, un acccessorio di abbigliamento

Se ti è piaciuto questo articolo, non possiamo che esserne felici. Tuttavia, per continuare a fare questo tipo di informazione in maniera libera e indipendente è importante anche (soprattutto) il tuo sostegno economico. Per questo motivo ti invitiamo a supportarci con una libera donazione via PayPal. Questo è il link per sostenerci. Grazie.