Categorie
Musica Recensioni

Handshake – An Ice Cream Man on the Moon, 2020 | Recensione

THandshake - An Ice Cream Man on the Moon, 2020
Gli Handshake arrivano direttamente nelle nostre orecchie, un po’ in sordina, un po’ per sbaglio, diventando comunque una sorpresa che si attende con ansia, quasi spasmodica. Il loro sound risulta essere nettamente sopra la media, qualitativamente parlando, qualsiasi sia il loro genere, la loro etichetta e la loro forma estetica, gli Handshake assomigliano a tanti altri gruppi blasonati ma digeriscono le loro influenze senza scopiazzare, senza scimmiottare, senza lasciare quel retrogusto in bocca che ti fa dire: “Sì, ma niente di nuovo”.

Il loro nuovo album s’intitola An Ice Cream Man on the Moon e il titolo è già un tutto dire. I singoli che hanno anticipato gli album sono stati già degli ottimi antipasti per quello che verrà come, ad esempio, The importance of being a penguin che riesce a far capire al grande e al piccolo pubblico di ciò che stiamo parlando. Atmosfere dreamy con tagli nettamente pop e sfumature alternative rock che danno quella sensazione che in Italia ci sia ancora qualcuno che abbia qualcosa da dire, che riesca a fare qualcosa di diverso con stile e con nemmeno tanta apparente fatica.

Stesso discorso per Bold//brash altro singolo che da un bello schiaffo in faccia a tutti coloro che non si rendono conto che in Italia abbiamo ancora tantissime potenzialità musicali. In sostanza gli Handshake regalano un bel disco da ascoltare e riascoltare, donando speranza e un piglio ottimistico sulla nostra scena musicale. Un ringraziamento alla band per credere ancora nella musica fatta in un certo modo e un ringraziamento a tutti coloro che ci credono. An Ice Cream Man on the Moon è un disco da conservare. (Lorenzo D’Antoni)

clicca qui e ascolta

Pubblicità