Lago Film Fest 2022

Con 155 film provenienti da 45 Paesi torna dal 22 al 30 luglio 2022 la XVIII edizione di Lago Film Fest, il festival indipendente di cinema di ricerca.

  • 2Minuti
  • 400Parole

Dal 22 al 30 luglio 2022 ritorna Lago Film Fest, il festival  indipendente di cinema di ricerca che da diciotto anni propone un’esperienza unica  all’insegna di cinema, arte, musica e ambiente nell’affascinante borgo di Revine Lago,  immerso nel cuore delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene. 

Per nove giorni, il piccolo borgo diventa teatro di suggestive proiezioni in riva al lago,  incontri, laboratori per adulti e bambini, masterclass e performance a sorpresa tra i  suoi vicoli medievali, in un’atmosfera unica e sospesa nel tempo. 

Per l’edizione 2022, il fitto programma di Lago Film Fest prevede 155 film provenienti da  45 Paesi suddivisi in 7 concorsi ufficiali, affiancati da una rassegna di proiezioni fuori  concorso tra le più ampie mai viste a Lago, comprendente fireworks (retrospettive dedicate a giovani autori), focus tematici e curatoriali e proiezioni speciali. 

Quest’anno Lago Film Fest diventa festival internazionale di cinema di ricerca, in grado  di mappare le traiettorie dell’arte cinematografica del futuro e di diventare la casa dei  giovani talenti del cinema mondiale. Un unicum in Italia per l’idea che porta avanti e  per la modalità in cui riesce a farlo: un connubio che lo rende uno dei luoghi più innovativi per il mondo del cinema in Italia. 

Tra gli ospiti d’eccezione di quest’anno il regista boliviano Kiro Russo, premio della giuria  all’ultima Mostra del Cinema di Venezia, e la filmmaker indiana Payal Kapadia, vincitrice 

del Golden Eye Award come miglior film documentario al Festival di Cannes 2021,  entrambi protagonisti di una retrospettiva; il georgiano Alexandre Koberidze, autore di  What Do We See When We Look at the Sky?, vincitore del premio della critica alla  Berlinale, votato tra i 10 migliori film del 2021 da testate come Cinema-Scope e Cahiers  du Cinéma, che ritorna a Lago Film Fest con un focus da lui curato sul cinema georgiano  perduto; Francesco Montagner, trevigiano d’origine e Pardo d’oro a Locarno con  Brotherhood, recentemente distribuito in sala in Italia e Rosa Palasciano, co-autrice e  protagonista di Giulia di Ciro De Caro, nonché candidata finalista ai David di Donatello  per la miglior interpretazione femminile. (La redazione)

Se ti è piaciuto questo articolo, non possiamo che esserne felici. Tuttavia, per continuare a fare questo tipo di informazione in maniera libera e indipendente è importante anche (soprattutto) il tuo sostegno economico. Per questo motivo ti invitiamo a supportarci con una libera donazione via PayPal. Questo è il link per sostenerci. Grazie.