Mercoledì, 26 Giugno 2019

La musica alternativa: alcuni album del 2019 in streaming. Basta un click | Notizie

Streaming Spotify
Da oggi inauguriamo questa veloce e pratica rubrica in cui vi proponiamo alcune delle nuove uscite discografiche del 2019 che ci hanno incuriosito e che vorremmo farvi ascoltare. Per ciascuno di essi abbiamo messo a disposizione il link “ascolta” che aprirà l’applicazione Spotify e il disco in questione, così come abbiamo fatto per i migliori cinque album dell’anno, a oggi (vedi qui).

Allora: iniziamo immediatamente con la neopsichedelia/stoner dei canadesi Black Mountain che hanno da poco dato alle stampe su Dine Alone il loro quinto album dal titolo Destroyer (ascolta). Vengono sempre dal Canada, precisamente da Montreal, gli autori del noise-punk di Honey (ascolta)pubblicato da Constellation Records il 31 maggio scorso. Loro si chiamano Lungbutter.

E ancora il Canada questa volta con l’indie folk dei Siskiyou che danno alle stampe Not Somewhere (ascolta) edito sempre dalla benemerita Constellation il 17 maggio 2019. A seguire le tredici tracce punkeggianti di Readjusting the Locks degli Institute (ascolta), formazione di stanza in Texas, Austin, anche se il sound ha poco a che fare con la città.

Con Marissa Nadler & Stephen Brodsky e il loro suggestivo folk alternativo e oscuro di Droneflower (ascolta), uscito su Sacred Bones Records il 26 aprile 2019, si cambia decisamente atmosfere. Mentre Useless Coordinates dei Drahala (ascolta), uscito su Captured Tracks il 3 maggio, ci porta in terra d’Albione a suon di art rock e punk.

Per chiudere infine la lista con il pop psichedelico di Seeing Other People (ascolta), nuovo lavoro discografico pubblicato dai losangelini Foxygen sulla prolifica label Jagjaguwar.

Se qualcuno dei dischi segnalati vi piacerà, il nostro consiglio è sempre lo stesso: acquistatelo fisicamente o, perlomeno, sostenete l’artista in qualche modo. Buon ascolto. (La redazione)