Categorie
Album 2020 Musica Video

L’album d’esordio degli Elephantides: un continuo intreccio fra jazz contemporaneo ed elettronica

Matematica atonale, valvole e vertigini elettroniche che galleggiano in un mare di jazz. È tutto questo “Floating Tempo”, l’album di debutto degli Elephantides.

Floating Tempo è il disco d’esordio degli Elephantides, duo formato  da Daniele Sciolla (synth) e Sergio Tentella (batteria).

Pubblicato il 20 novembre 2020 da Betulla Records, Floating Tempo racchiude i primi 5 singoli pubblicati fino ad ora dal gruppo – i cui titoli, se messi insieme l’uno dopo l’altro, così come appaiano nella tracklist dell’album, citano il libro di Albert EinsteinThe world as I see it” – più altri due brani inediti e due remix a cura di Indian Wells e Bienoise.

Uno dei tratti distintivi dello stile compositivo degli Elephantides riguarda sicuramente lesplorazione delle potenzialità ritmiche in un continuo intreccio fra jazz contemporaneo e composizione elettronica: la poliritmia e le stratificazioni, i continui cambi di tempo e l’improvvisazione che parte da una cellula sonora per poi espandersi senza una precisa direzione ma che viene comunque incasellata in uno schema strutturale metrico e matematico.

Alla base di Floating Tempo c’è la ricerca di una destrutturazione ritmica e metrica dei brani attraverso un flusso sonoro in cui l’approccio matematico si fonde con l’improvvisazione jazzistica.

Le parole chiave di questo album d’album di debutto degli Elephantides sono: muovere, variare, togliere punti di riferimento, sorprendere. (La redazione)

Il video del singolo “See”
Lascia un commento
Pubblicità