Effenberg. L’amore come rivoluzione

L’amore come vero e unico atto rivoluzionario nel nuovo singolo del cantautore toscano Effenberg

  • 2Minuti
  • 210Parole

È il 2015 quando il cantautore di Lucca Stefano Pomponi decide di debuttare nel mondo della musica con il nome, anzi il cognome, dell’ex calciatore tedesco degli anni Novanta Stefan Effenberg.

Il suo disco d’esordio si intitola Piazza Affari Chiude in Calo, al quale fa seguito nel 2017 Elefanti per Cena, album che lo porta all’attenzione della scena indipendente italiana facendo conoscere la sua musica a un pubblico decisamente più ampio. Non è un caso che nel 2018 i brani Elefanti Per Cena e Non mi riparo mai vengano inseriti nella colonna sonora del film Ricordi? di Valerio Mieli, con Luca Marinelli e Linda Caridi.

Nel 2019 esce il suo terzo disco Il cielo era un corpo coperto, che con il singolo Tergicristalli riscuote un buon successo di critica e di ascolti. Nell’estate dello stesso anno accompagna Luca Carboni nel suo Sputnik Tour, suonando in apertura e duettando anche l’artista bolognese.

Il resto è più o meno storia recente con Effenberg che nel 2020, in piena emergenza sanitaria, pubblica Merlo e successivamente i singoli Sirene Alate, Mini Universo e questo nuovissimo Atto di rivolta. Perché in fondo nella vita di ogni giorno è l’amore l’unico e vero atto rivoluzionario. (La redazione)

ACQUISTA I 10 DISCHI ITALIANI DEL 2021

Lascia un commento