Erasmus a Kiev, il terzo album degli Autostoppisti del Magico Sentiero

Un viaggio al centro dell’Antropocene

  • 2Minuti
  • 284Parole

Erasmus a Kiev, un viaggio al centro dell’Antropocene, è il tema centrale del nuovo concept album del collettivo friulano Autostoppisti del Magico Sentiero.

La trilogia, cominciata alcuni anni fa con la rilettura del libro Le vie dei Canti di Bruce Chatwin, passando attraverso il rogo a cui furono sottoposti gli scritti di Pier Paolo Pasolini, qui si conclude su una strada a senso unico, che preclude eticamente qualsiasi concessione e ammiccamento a un pensiero unico, il quale ormai riesce a creare contrapposizioni di comodo in uno schema globale tragicomico.

I testi prendono spunto da esperienze individuali che dal paesello di provincia arrivano sino alla linea del fronte.

Coadiuvato da un stuolo di musicisti che provengono dalle più disparate esperienze sonore, lo schema proposto risulta meno liquido rispetto ai dischi precedenti, e in alcuni episodi emergono accenni alla forma canzone, fra i tamburi siculi antichi incarnati nella figura di Alfio Antico, protagonista della scena folk e teatrale nazionale, e le sorprendenti distorsioni di Andrea Massaria, il quale con la sua chitarra dipana acide ombre sopra i già tetri paesaggi sonori evocati.

Il talentuoso Mirko Cisilino, con tromba, trombone e corno francese, arrangia i pezzi più soul del lotto, mentre i poeti Roberto Ferrari e la slovena Benecia Antonella Bukovaz distribuiscono liriche cupe, neanche fossero caramelle.

Le note di copertina dello scrittore e  storico Angelo Floramo, infine, descrivono con precisione questo trattato sociologico in forma canzone, e abbelliscono il libretto contenuto all’interno del disco, la cui copertina è opera di Fabio Gon. (La redazione)

CLICCA QUI E ASCOLTA

Se vuoi segnalarci un errore o dirci qualcosa, utilizza questo form. Se invece ti è piaciuto questo articolo, non possiamo che esserne felici. Tuttavia, per continuare a fare questo tipo di informazione in maniera libera e indipendente è importante anche (soprattutto) il tuo sostegno economico. Per questo motivo ti invitiamo a supportarci con una libera donazione via PayPal. Questo è il link per sostenerci. Grazie.