Calcio: il girone di ritorno per il campionato di serie A

Dopo la lunghissima sosta per il mondiale di calcio Qatar 2022, tornano campionato e coppe.

  • 5Minuti
  • 847Parole

Dopo la lunghissima sosta per il mondiale in Qatar disputato tra lo scorso novembre e dicembre 2022, tornano campionato e coppe. Si comincia dalla Coppa Italia Frecciarossa, che ha già regalato alcune emozioni e qualche risultato difficile da prevedere e tantomeno da pronosticare per quanto concerne il discorso delle scommesse sportive 2023.

Se infatti la sfida tra Inter e Parma, ha dato prova di quanto una squadra di serie B possa creare problemi a una formazione di alta classifica come quella guidata da Simone Inzaghi, con la vittoria del Torino ai danni del Milan campione d’Italia di Stefano Pioli, è arrivato un verdetto per certi versi sorprendente, di questo ritorno in campo.

Il ritorno in campo per la conclusione del girone d’andata di serie A

Ritorno in campo che è coinciso con la prima sconfitta stagionale in campionato per il Napoli di Luciano Spalletti, ma sono diverse le squadre di alta classifica che stanno facendo non poca fatica. In campionato si sono fermate anche Lazio e Udinese, mentre Inter, Milan e Atalanta, hanno già perso terreno nei confronti della testa della classifica. Il girone di ritorno, che come già annunciato prevede un calendario asimmetrico, rispetto a quanto visto in quello d’andata, avrà una grande novità sostanziale: l’introduzione del fuorigioco semi-automatico, che di fatto è un ulteriore step ed elemento rivoluzionario, dopo che sono state già cambiate alcune regole come il numero di sostituzioni e l’introduzione della Var, anche se c’è da dire che è diventata sempre meno invasiva e determinante, rispetto alle passate stagioni. Non si sa invece se i tempi di recupero, prevedono lo stesso criterio di applicazione del mondiale qatariota, dove abbiamo assistito a gare con oltre 10 minuti di recupero e partite giocate di fatto fino al 100esimo.

Il girone di ritorno per il campionato di serie A

La prima giornata di campionato verrà disputata il prossimo 29 gennaio, dove saranno di scena sfide come Juventus-Monza, Lazio-Fiorentina, Cremonese-Inter, Milan-Sassuolo, ma soprattutto Napoli-Roma. Il girone di ritorno entra quindi subito nel vivo, dato che per la seconda giornata di ritorno, il 21esimo turno propone il derby della Madonnina, Inter-Milan, con la Juventus in trasferta a Salerno, il Napoli a La Spezia e ancora Roma-Empoli, Verona-Lazio, Sassuolo-Atalanta e Torino-Udinese tra gli incontri di cartello. In seguito vedremo invece partite come Juventus-Fiorentina, Lazio-Atalanta, Inter-Udinese, il derby della Mole tra Juventus e Torino, Milan-Atalanta, Napoli-Lazio e Roma-Juventus.

Verso il derby d’Italia che quest’anno potrebbe valere un piazzamento in CL

Inter-Juventus potrebbe essere una sfida di vertice, nonché gara spartiacque, per come è collocata all’interno del calendario, dato che si giocherà il prossimo 19 marzo. Stessa data del derby capitolino tra Lazio e Roma. Il turno successivo vede in scena invece il confronto tra Napoli e Milan, che verrà disputato al Maradona, con l’Inter che ospiterà la Fiorentina di Vincenzo Italiano, mentre la Juventus all’Allianz Stadium affronterà il Verona. Lazio-Juventus è il big match del 29esimo turno, Inter-Monza il derby regionale del 30esimo. Un altro appuntamento da non perdere è quello del 23 aprile che si terrà a Torino, tra Juventus e Napoli, un altro match dal sapore di tricolore, che potenzialmente farà il paio con la sfida del campionato 2017-2018, quando gli uomini di Maurizio Sarri vinsero a Torino, sfiorando per un attimo la possibilità di vincere il titolo.

Il calendario asimmetrico per il girone di ritorno di serie A

Quest’anno però il calendario di fine aprile non coincide con quello delle passate stagioni, visto che dopo questa sfida, Napoli e Juventus dovranno ancora giocare 7 gare di campionato. Tra queste il Napoli di Luciano Spalletti affronterà Udinese, Fiorentina, Salernitana, Monza, Bologna, Sampdoria e Inter, mentre la Juventus dovrà vedersela con Bologna, Lecce, Atalanta, Cremonese, Empoli, Udinese e Milan. C’è però da dire una cosa, che non è da sottovalutare per il discorso relativo allo scudetto. A differenza delle altre squadre in gara, il Napoli è probabilmente l’unica formazione ad aver incontrato quasi tutte le big in trasferta, durante il girone d’andata, fatta eccezione per la sola sfida contro la Juventus di Allegri. Di queste sfide in trasferta, ha subito una sola sconfitta contro l’Inter di Inzaghi e ha ottenuto invece quattro successi contro Lazio, Roma, Atalanta e Milan. Si tratta di un semplice dato statistico, naturalmente, così come è simbolico e privo di alcun titolo di merito sportivo, la denominazione di squadra campione d’inverno.

Il Napoli di Spalletti è campione d’inverno 2022-2023

Tuttavia sempre per restare nel campo del dato statistico, ci sono buone possibiltà che la squadra campione d’inverno possa vincere anche lo scudetto. Ci sono già stati in passato casi in cui questo non è avvenuto, ma stando alla legge dei grandi numeri, questo potrebbe essere davvero l’anno del Napoli, fermo restando che bisogna vedere come procederà il girone di ritorno e come si comporteranno le squadre che a inizio campionato erano date come le grandi favorite. Tra queste possiamo dire, senza far torto a nessuno, che Roma e Inter, hanno un po’ tradito le elevate aspettative, mentre proprio Milan e Juventus, sono state le formazioni più costanti, affianco al Napoli di Luciano Spalletti. (Saverio Albertosi)

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 2 Media: 5]

Se vuoi segnalarci un errore o dirci qualcosa, utilizza questo form. Se invece ti è piaciuto questo articolo, non possiamo che esserne felici. Tuttavia, per continuare a fare questo tipo di informazione in maniera libera e indipendente è importante anche (soprattutto) il tuo sostegno economico. Per questo motivo ti invitiamo a supportarci con una libera donazione via PayPal. Questo è il link per sostenerci. Grazie.