«Creuza de mä» di Fabrizio De André

Una delle canzoni più rappresentative del cantautore genovese nonché un capolavoro della musica italiana

Pubblicato da

Fabrizio De André è stato uno dei più grandi cantautori italiani di tutti i tempi e ha scritto molte canzoni straordinarie, quindi scegliere la sua “più bella” canzone è un’impresa estremamente ardua.

Tuttavia, una delle canzoni più famose e amate di De André, probabilmente per via della sua universalità musicale e linguistica, è senza alcun dubbio Creuza de mä, brano d’apertura contenuto nell’album omonimo del 1984, arrangiato e prodotto assieme a Mauro Pagani.

Scritta in genovese, il dialetto della Liguria, regione natale di Fabrizio De André, la canzone è incentrata sulla figura dei marinai che introduce l’ascoltatore in un “viottolo di mare”, onirico e allo stesso tempo crudo e reale.

Ecco quindi che Creuza de mä diventa una sorta di viaggio musicale e metaforico attraverso il mare e la cultura mediterranea, e presenta un mix di sonorità ligure, arabe, spagnole e greche.

La voce di De André, accompagnata da chitarre e percussioni, crea un’atmosfera intensa e coinvolgente che porta l’ascoltatore in un mondo lontano e suggestivo, in bilico tra terra e mare.

Creuza de mä è considerata una delle canzoni più rappresentative del cantautore genovese e un capolavoro della musica italiana.

Chi era Fabrizio De André

Fabrizio De André (1940-1999) è stato un cantautore, poeta e musicista italiano molto influente e apprezzato nel panorama musicale italiano. Le sue canzoni spaziavano da tematiche sociali e politiche a storie d’amore e riflessioni sulla vita e sulla morte. De André era noto per la sua sensibilità, la sua profondità e la sua originalità, e le sue canzoni sono considerate dei veri e propri capolavori della musica italiana. Il cantautore genovese, inoltre, era anche un grande appassionato di letteratura, filosofia e poesia, e molto spesso queste influenze si riflettevano nelle sue opere. (La redazione)

Se vuoi segnalarci un errore o dirci qualcosa, scrivici a musicletter@gmail.com. Se invece ti piace quello che facciamo, clicca qui e supportaci con una piccola donazione via PayPal, oppure acquista su Amazon il nostro utile quaderno degli appunti o qualsiasi altro prodotto. Infine, puoi aquistare un qualsiasi biglietto su TicketOne e anche seguirci su Telegram. Grazie

✓ MUSICLETTER.IT © Tutti i diritti riservati - 4 Aprile 2023

MUSICLETTER.IT

Musica, cultura e informazione (dal 2005)