Edgar Summertyme – Sense of harmony (2012)

  • 2Minuti
  • 257Parole

Edgar-Summertyme.jpg
Dopo la “tempesta” blues dell’Edgar Jones Free Piece Thing, ecco tornare Edgar Jones all’opera con il suo nuovo disco in proprio. Edgar è uno che è stato privato del suo destino. Qualcuno (chi ha detto Gallagher?) lo ha vissuto al posto suo. Eppure egli non si è ancora arreso. E, pur non avendo più nulla da dimostrare a nessuno, riesce sempre a mettersi in discussione. E a parlarci delle cose che gli interessano. In questo caso il blue-eyed soul e certa bossanova da exotica. Pur senza abiurare dal suo passato (che infatti emerge sottoforma di blues rurale nella My Kinda Woman che appare, non annunciata, a fine scaletta). Sense of harmony è album di altissima classe, pronto a scendere in competizione con i dischi migliori di Paul Weller, sua icona da sempre. Un disco “confidenziale”. Uno di quelli con pochissimi trucchi e tantissima pregiata sartoria artigianale. Un occhio sempre aperto su Steve Winwood e l’altro che strizza le palpebre a Reg King. Con le derive spectriane di On and On e lt can only be you, il languore orbisoniano di I would do anything e il battito d’ali tropicalista di Bye and by e Beep Beep a ricordarci che dopo la primavera della giovinezza a volte può anche arrivare l’estate. (Franco Dimauro)

Condividi su FB / Share on FB


Cerca e compra online il biglietto dell’evento che desideri

T1_Generic_468x60

Cerca un volo o una vacanza conveniente.

468x60 Lente

Prenota online i voli economici eDreams!

Cerca e compra un disco, un dvd, un acccessorio di abbigliamento

Se ti è piaciuto questo articolo, non possiamo che esserne felici. Tuttavia, per continuare a fare questo tipo di informazione in maniera libera e indipendente è importante anche (soprattutto) il tuo sostegno economico. Per questo motivo ti invitiamo a supportarci con una libera donazione via PayPal. Questo è il link per sostenerci. Grazie.