Categorie
Concerti Concerti in Italia Musica

Ecco quando e come ripartiranno i concerti

Quindi, secondo il Dpcm in vigore da lunedì 18 maggio 2020 gli spettacoli dal vivo riprenderanno il 15 giugno prossimo, purché venga rispettato il distanziamento interpersonale di almeno un metro, sia per il pubblico che per il personale, e l’attuazione di quanto stabilito dall’allegato 9 (misurazione temperatura corporea, mascherine…) con i seguenti limiti massimi: 1000 spettatori per gli spettacoli in luoghi aperti e 200 persone per quelli in luoghi chiusi.

Abbiamo spulciato velocemente il Dpcm recante le «misure per il contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19» in vigore dal 18 maggio 2020 e, per quanto riguarda gli spettacoli, alla lettera m) dell’articolo 1 abbiamo letto:

«gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto restano sospesi fino al 14 giugno 2020. Dal 15 giugno 2020, detti spettacoli sono svolti con posti a sedere preassegnati e distanziati e a condizione che sia comunque assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per il personale, sia per gli spettatori, con il numero massimo di 1000 spettatori per spettacoli all’aperto e di 200 persone per spettacoli in luoghi chiusi, per ogni singola sala. Le regioni e le province autonome possono stabilire una diversa data, in relazione all’andamento della situazione epidemiologica nei propri territori. L’attività degli spettacoli è organizzata secondo le linee guida di cui all’allegato 9. Restano sospesi gli eventi che implichino assembramenti in spazi chiusi o all’aperto quando non è possibile assicurare il rispetto
delle condizioni di cui alla presente lettera; restano comunque sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all’aperto o al chiuso, le fiere e i congressi.»

Quindi, secondo il Dpcm in vigore da lunedì 18 maggio 2020 gli spettacoli dal vivo riprenderanno il 15 giugno prossimo, purché venga rispettato il distanziamento interpersonale di almeno un metro, sia per il pubblico che per il personale, e l’attuazione di quanto stabilito dall’allegato 9 (misurazione temperatura corporea, mascherine…) con i seguenti limiti massimi: 1000 spettatori per gli spettacoli in luoghi aperti e 200 persone per quelli in luoghi chiusi. (La redazione)

Pubblicità