Categorie
Album 2020 Musica Recensioni Streaming

Il collettivo nu jazz Bahama Soul Club pubblica il quinto album “Bohemia After Dawn”

Composto da 12 brani soleggiati che traggono ispirazione dalla cultura multietnica e hippie di Algarve, Portogallo, dove si è trasferito la mente della combo Oliver Belz, Bohemia After Dawn è un disco in cui latin e nu jazz vengono infusi di sonorità tropicali, blues, soul e funk.

Con l’estate arriva il caldo, la voglia di andare in vacanza e, questo Luglio, anche il quinto album del collettivo tedesco Bahama Soul Club, intitolato Bohemia After Dawn

Composto da 12 brani soleggiati che traggono ispirazione dalla cultura multietnica e hippie di Algarve, Portogallo, dove si è trasferito la mente della combo Oliver Belz, Bohemia After Dawn è un disco in cui latin e nu jazz vengono infusi di sonorità tropicali, blues, soul e funk.

Come in diversi album precedenti dei Bahama, anche qui viene data nuova vita a registrazioni vocali d’epoca, resuscitando Billie Holiday in Ain’t Nobody’s Business, John Lee Hooker in Never Roam No More e Sister Wynona Carr in Tears Run Down. Questo filo diretto tra passato e presente è caratteristico dell’approccio della band, che da sempre si contraddistingue per la sua capacità di rispolverare stili di musica vintage con una produzione che li svecchia senza snaturarli. 

Altro elemento ricorrente negli album dei Bahama Soul Club è la presenza della cantante cubana Arema Arega, che qui appare sulla succosa e tropicaleggiante Mango e sul brano cool jazz Alma Sola. Ma ci sono anche sorprese, Bohemia After Dawn è infatti impreziosito dalla collaborazioni di diversi talenti locali scoperti da Belz nel suo stesso quartiere ad Algarve, regalandoci voci che difficilmente avremmo avuto modo di sentire altrimenti. Tra queste spicca quella di Josephine Nightingale, profonda, potente e in perfetto contrasto con le frizzanti e leggere note latin jazz di Mercy Me.

La formula collaudata dei Bahama Soul Club prevede poi delle strumentali, come il brano di apertura Afrodisia, che mischia exotica, lounge e nu jazz, e naturalmente, dei remix, in questo caso ad opera dei tedeschi Club Des Belugas, che danno a Mango un taglio più bossanova, e il produttore e DJ inglese Smoove (degli Smoove & Turrell), che porta Never Roam No More feat. John Lee Hooker dritto sul dancefloor. 

Bohemia After Dawn è arrivato giusto in tempo per fare da colonna sonora dell’estate, trasportandoci verso mete esotiche e confermando che dopo qualche anno di silenzio, i Bahama Soul Club sono più in forma che mai. (Adaja Inira)

Pubblicità