Linear Burns: il nuovo album del compositore di musica elettronica Gianluca D’Ingecco

“Linear Burns” significa ustioni lineari, ovvero qualcosa che brucia ma non sfigura la carne sebbene lasci il segno sul corpo o in senso figurato l’anima: essa viene anzi arricchita di vita vissuta, dunque abbellita.

  • 1Minuto
  • 189Parole

Anticipato dal singolo Foreign doors, Linear Burns è il nuovo lavoro firmato dall’artista e compositore D.In.Ge.Cc.O., pseudonimo di Gianluca D’Ingecco.

Linear Burns” significa ustioni lineari, ovvero qualcosa che brucia ma non sfigura la carne sebbene lasci il segno sul corpo o in senso figurato l’anima: essa viene anzi arricchita di vita vissuta, dunque abbellita.

L’album, completamente autoprodotto, rientra a pieno titolo nel genere della musica elettronica, che viene però trasfigurata, contaminata e rivisitata dalla commistione di altri generi: jazz, funky, disco music e dance sono le influenze più evidenti. 

Questi riferimenti risultano legati ad una sperimentazione virtuosa ma mai ridondante o fine a se stessa e che vede, nell’efficacia di alcuni groove e nella ricerca accurata dei suoni e dei “rumori”di sottofondo, nelle atmosfere evocative che riesce a creare, il suo elemento portante.

Il risultato è un percorso creativo in cui, attraverso i dodici brani che compongono l’album, il vintage e il futuristico si fondono, si mescolano e si scontrano tanto da trasformarsi in qualcosa di completamente diverso e innovativo. (La redazione)

Se ti è piaciuto questo articolo, non possiamo che esserne felici. Tuttavia, per continuare a fare questo tipo di informazione in maniera libera e indipendente è importante anche (soprattutto) il tuo sostegno economico. Per questo motivo ti invitiamo a supportarci con una libera donazione via PayPal. Questo è il link per sostenerci. Grazie.