Categorie
Musica Streaming Ultime Notizie

Il primo disco del collettivo afro-italiano Uhuru Republic

Registrato tra Dar Es Salaam e Zanzibar (Tanzania) e post-prodotto tra l’Italia e l’Africa da Giulietta Passera, Raffaele Rebaudengo e FiloQ, che ne ha curato anche il mixaggio.

Pubblicato il 20 novembre dello scorso anno da La Tempesta Dischi, Welcome to Uhuru Republic è l’album di debutto di Uhuru Republic, molto più di un progetto musicale: un viaggio straordinario di un collettivo di artisti italiani e africani, di curatori, ambasciatori, designer, imprenditori, visionari che hanno deciso di mettere insieme energie e ispirazione per creare qualcosa di unico, un ponte fra il nostro Paese e l’Africa che supera i confini fra i due continenti.

Registrato tra Dar Es Salaam e Zanzibar (Tanzania), e post-prodotto tra l’Italia e l’Africa da Giulietta Passera, Raffaele Rebaudengo e FiloQ, che ne ha curato anche il mixaggio.

Uhuru Republic è un collettivo di artisti italiani e africani, nato grazie al sostegno di Roberto Mengoni e dell’Ambasciata italiana a Dar Es Salaam che ha spinto gli artisti Giulietta Passera (voce, Mangaboo, The Sweet Life Society, Istituto Italiano di Cumbia, Sonoristan), FiloQ (elettronica, Istituto Italiano di Cumbia, Magellano) e Raffaele Rebaudengo (viola, Gnu Quartet) a intraprendere un viaggio in Tanzania e a dare vita ad un progetto artistico e musicale unico nel suo genere: connettere attraverso la musica e l’arte due culture apparentemente distanti come quella africana e quella italiana.

Si è creata così una forte coesione fra il collettivo e gli artisti locali che hanno contribuito alla creazione del disco e hanno partecipato alla tournée iniziata in Tanzania nel 2018 e proseguita nel 2019 e 2020 anche in Italia e Kenya.

Il termine Uhuru, che dà il nome al progetto, indica la cima del Kilimangiaro ma soprattutto significa, in Swahili (lingua nazionale della Tanzania), libertà e conoscenza: il manifesto cardine di queste 11 tracce che legano Torino, Genova, Dar Es Salaam, Zanzibar e Nairobi reinterpetando e rileggendo la musica tradizionale dell’Africa dell’Est attraverso i codici dell’elettronica contemporanea.

Welcome to Uhuru Republic è un disco che fonde culture artistiche diverse in un unico linguaggio universale. (La redazione)

Lascia un commento
Pubblicità