Il sound visionario delle Kuunatic. «Gate of Klüna» è l’album di debutto del trio giapponese.

Tre ragazze giapponesi dal background musicale e culturale completamente diverso che esplorano territori musicali non convenzionali, mettendo insieme voci potenti, antichi rituali e sonorità dalle atmosfere ipnotiche.

  • 1Minuto
  • 177Parole

Le Kuunatic sono un entusiasmante trio tribal-psych di stanza a Tokyo che si contraddistinguono per un sound globale e per le loro potenti voci femminili.

Attingendo alle diverse prospettive musicali e culturali delle componenti la formazione, le Kuunatic sono capaci di realizzare una world music alternativa e visionaria mettendo insieme ritmiche e rituali tradizionali, linee di basso pulsanti e sonorità atmosferiche per mezzo di tastiere e strumenti tradizionali giapponesi.

Dopo un EP nel 2017 intitolato Kuurandia e uno split 7″ nel 2018 con la band taiwanese fuzz/psych/garage Crocodelia, Gate of Klüna è il tanto atteso album di debutto del gruppo giapponese composto da Fumie Kikuchi (tastiere e voce), Yuko Araki (batteria e voce) e Shoko Yoshida (basso e voce).

Prodotto da Tim DeWit (Gang Gang Dance), il disco rivela un affascinante mondo sonoro che trascende i generi e gli emisferi e riesce a essere sia audacemente sperimentale che selvaggiamente orecchiabile.

Gate of Klüna, in uscita il 29 ottobre 2021 per Glitterbeat, fa delle Kuunatic una delle formazioni più visionare dell’anno. (La redazione)

Home » Il sound visionario delle Kuunatic. «Gate of Klüna» è l’album di debutto del trio giapponese.
Lascia un commento