The Dream Syndicate. Ascolta il primo singolo estratto dal nuovo album «Ultraviolet Battle Hymns and True Confessions»

Nuovo album per la storica formazione paisley underground statunitense guidata da Steve Wynn

Pubblicato da

Ultraviolet Battle Hymns and True Confessions è il nuovo lavoro discografico degli statunitensi The Dream Syndicate, storica formazione paisley underground capitanata da Steve Wynn.

Questo è il quarto album del nuovo ciclo intrapreso dai ùDream Syndicate, per intenderci quello iniziato nel 2017 con How Did I Find Myself Here? e proseguito con altre due perle prima di arrivare al nuovo album in uscita il 10 giugno 2022 per Fire Records.

Ultraviolet Battle Hymns and True Confessions è un lavoro dal titolo criptico influenzato tanto dai sempre presenti Velvet Underground quanto dal glam britannico e dal prog tedesco.

Per i Dream Syndicate del 2022 non sembra essere passato un giorno dagli esordi di 40 anni fa, hanno solo incorporato un ossatura più krautrock che in passato e attivato un motore ritmico alla Neu, ma senza rinunciare alla tipica melodia psichedelica che ha sempre contraddistinto il loro sound.

I Dream Syndicate di Ultraviolet Battle Hymns and True Confessions sono Steve Wynn, Dennis Duck, Mark Walton, Jason Victor e il nuovo membro Chris Cacavas alle tastiere (proveniente dai Green On Red, cult band losangelina degli anni ‘80), oltre alla presenza in veste di guest di Stephen McCarthy dei Long Ryders e di Marcus Tenney.

Where I’ll Stand è il primo singolo estratto dal nuovo disco dei Dream Syndicate. Buon ascolto. (La redazione)

Se vuoi segnalarci un errore o dirci qualcosa, scrivici a musicletter@gmail.com. Se invece ti piace quello che facciamo, clicca qui e supportaci con una piccola donazione via PayPal, oppure acquista su Amazon il nostro utile quaderno degli appunti o qualsiasi altro prodotto. Infine, puoi aquistare un qualsiasi biglietto su TicketOne e anche seguirci su Telegram. Grazie

✓ MUSICLETTER.IT © Tutti i diritti riservati - 9 Marzo 2022

MUSICLETTER.IT

Musica, cultura e informazione (dal 2005)